Contributi per l’internazionalizzazione delle Pmi lombarde

Il bando permette di ottenere stanziamenti per fiere internazionali, missioni economiche all’estero e servizi.

Le Camere di
commercio lombarde e Regione Lombardia concedono contributi a fondo perduto alle
Pmi lombarde attraverso l'assegnazione di voucher per partecipare a fiere
internazionali e missioni economiche all'estero
e per acquistare servizi di
consulenza e assistenza per l'internazionalizzazione
.

Il bando 2014 ha una dotazione finanziaria complessiva di 4.840.000 euro ripartiti
su tre misure :

Misura A – Servizi di consulenza e supporto per
l'internazionalizzazione (Voucher A)
Misura B – Partecipazione a missioni economiche all'estero in forma
coordinata (Voucher B)
Misura C – Partecipazione a fiere internazionali all'estero (Voucher C1
e C2).

La Misura A finanzia, a fronte di una spesa minima da parte dell’impresa,
l'acquisto presso soggetti attuatori qualificatidi servizi
di ricerca partner, fornitori, agenti o distributori esteri
.

Importo voucher  2.000  euro (al lordo della ritenuta d’acconto del
4%). L'investimento minimo è di 3.500 euro 
(Iva esclusa).

I servizi oggetto del voucher devono essere erogati entro il 15
maggio 2015.


Le domande per i voucher Misura A possono essere presentate dal
5 marzo 2014 sino al 30 gennaio 2015.


Ogni impresa può richiedere al massimo un voucher.

La Misura B, finanzia a fronte di una spesa minima da parte dell’impresa, i costi
di partecipazione
a missioni imprenditoriali all’estero.

Le missioni sono organizzate, in forma coordinata, da soggetti attuatori
qualificati, secondo un calendario di iniziative.
Sono ammesse le missioni con data di inizio compresa tra il 1° febbraio
2014 e il 31 gennaio 2015
.


Per l’assegnazione dei voucher, ogni missione deve prevedere la partecipazione
diretta di almeno 5 imprese.


L’importo del voucher e l’investimento minimo variano a
seconda dell’area geografica di svolgimento della missione.
È riconosciuta una premialità per le missioni nei Paesi individuati
come "prioritari": Brasile, Russia, India, Cina,
Sudafrica (Brics), Usa, Canada, Messico (Nafta) e Turchia.


Ogni impresa può richiedere massimo due voucher.

La Misura C finanza, a fronte di
una spesa minima da parte dell’impresa, i costi di partecipazione a fiere
internazionali all’estero.
La partecipazione può avvenire in forma aggregata oppure individuale. Misura C1: la
partecipazione in
forma aggregata
è organizzata da soggetti attuatori
qualificati, secondo un calendario di iniziative. Per l’assegnazione dei
voucher, ogni fiera deve prevedere la partecipazione diretta di almeno 8 imprese. Misura C2: la
partecipazione in
forma individuale
è organizzata in modo autonomo dalla
singola impresa. Non esiste un calendario di eventi prestabilito.

Sono ammesse le fiere con data di inizio compresa tra il 1° febbraio
2014 e il 31 gennaio 2015
.


L’importo del voucher varia a seconda dell’area geografica
di svolgimento della fiera.
È riconosciuta una premialità in caso di prima partecipazione,
qualora l’impresa beneficiaria non abbia mai precedentemente partecipato alla
manifestazione selezionata (con o senza contributi).

Ogni impresa può richiedere massimo tre voucher,

Ogni impresa
può richiedere voucher delle tre misure per un contributo complessivo
massimo di 12mila euro
.

Le domande di contributo possono essere presentate online tramite il
sito https://gefo.servizirl.it/adp
.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here