Consigli pratici per limitare al massimo i pericoli di infezione

La prima regola, banale ma essenziale, per evitare di contrarre un virus sul proprio computer è quello di usare un buon prodotto antivirus aggiornato. Ne esistono diversi sul mercato, ma non moltissimi in quanto la manutenzione di un sistema antivirus …

La prima regola, banale ma essenziale, per evitare di contrarre un virus
sul proprio computer è quello di usare un buon prodotto antivirus aggiornato. Ne
esistono diversi sul mercato, ma non moltissimi in quanto la manutenzione di un
sistema antivirus richiede personale qualificato e investimenti significativi,
pertanto è a portata di poche aziende. L'antivirus deve però essere regolarmente
aggiornato, operazione tipicamente possibile via Internet, in alcuni casi anche
usando floppy disk nel caso si usino computer non connessi alla Rete. Questo
perché si stima che ogni giorno vengano realizzati sino a dieci nuovi virus. Se
il software di protezione non li conosce, perché non aggiornato, potrebbe
fallirne il riconoscimenti e lasciare che si installino. In realtà, i meccanismi
di ricerca "euristici" possono spesso comunque dedurre che un file o la memoria
del personal contengono un virus, ma il riconoscimento diretto è sempre il più
sicuro. Inoltre, gli aggiornamenti spesso non riguardano soltanto il database di
riconoscimenti dei virus, ma anche il cosiddetto "motore" di ricerca, che per
certi particolari tipi di virus (ad esempio, quelli che si auto modificano o
quelli cifrati) deve essere perfezionato per potere essere efficace. Altra
regola banale, ma efficace, è di assicurarsi di avere attiva la protezione dai
virus macro nei programmi di gestione dei documenti (Word, Excel, Word Perfect
eccetera). Di regola, questa opzione è attiva e comporta che quando si apre un
qualunque documento con macro, venga richiesta conferma. In ogni caso, se il
documento è arrivato per posta elettronica, o comunque se non è stato prodotto
da noi, è bene non confermare l'attivazione delle macro e controllare se il
documento è comunque utilizzabile. Se non si attiva l'esecuzione delle macro nel
documento, un eventuale virus non può entrare in azione. Si noti che molti dei
virus più diffusi recentemente si diffondono dagli account di posta elettronica
di amici e conoscenti, prendendo gli indirizzi a cui spedirsi dalla rubrica del
computer infetto. Per questo è bene sempre diffidare dai documenti con macro
anche se provenienti da persone note. Occorre anche accertarsi che la protezione
contro i virus di email sia attiva. E' quella che esamina in modo automatico
tutti i file allegati che pervengono via posta elettronica. Ad esempio, se
abbiamo un antivirus con questa protezione già installato e creiamo un nuovo
account di posta elettronica, questo potrebbe non essere protetto, ma richiedere
una particolare sequenza di operazioni manuali nel pacchetto antivirus. Inoltre,
in fase di installazione qualche account potrebbe non essere protetto
automaticamente dal programma. Verificare con cura, seguendo le istruzioni del
programma antivirus in proprio possesso, che tutti gli indirizzi di posta
elettronica che usiamo siano effettivamente protetti. Evitare sempre di eseguire
o installare programmi (con suffisso .Exe o .Com in Windows) sconosciuti e di
provenienza incerta. Ad esempio, prima di installare un programma prelevato da
un sito Ftp, analizzarlo sempre con l'antivirus. Prima di eseguire un programma
arrivato per posta elettronica, operazione sempre molto rischiosa a causa delle
abitudini già citate di certi virus di email, esaminarlo nuovamente con
l'antivirus anche se è stato già esaminato dal sistema di protezione della posta
elettronica. In ogni caso, attivare il sistema antivirus residente, che verifica
il sistema evitando che un virus si installi mentre stiamo lavorando. Infine,
per evitare i rari ma pur sempre presenti virus di settore di avviamento,
occorre evitare sempre di avviare il computer con un floppy disk inserito nel
lettore A. Se il Bios del computer è regolato per tentare l'avviamento da floppy
disk prima che da Hard Disk (sequenza necessaria per il funzionamento di molte
utility, per installare sistemi operativi e persino per usare certe utility
antivirus su floppy), e se questo floppy contiene un virus di settore di
avviamento, il nostro sistema verrà infettato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here