Con l’iOS 5 attivazione e aggiornamenti over the air

Il sistema operativo svincola dalla necessità di un Mac o di un Pc per l’attivazione e gli aggiornamenti saranno distribuiti “over-the-air”. Disponibile dal prossimo autunno, consentirà di usare la fotocamera senza sbloccare i dispositivi e di ricevere in automatico le riviste a cui si è abbonati.

Secondo i
dati forniti da Apple, attualmente nel mondo ci sono 200 milioni di dispositivi
che usano il sistema operativo iOS, il 44% del mercato mobile, contro il 28% di
Android e il 19% di Rim (agli altri le briciole…). In soli 14 mesi, sono stati
venduti 25 milioni di iPad, dallo store sono state scaricate 14 miliardi di
applicazioni (oggi quelle specifiche per iPad sono 90.000) e 15 miliardi di
canzoni. Dati da capogiro, cui si aggiunge il download di 130 milioni di libri.

Va da sé
che iOS sia un sistema operativo che merita decisamente attenzione. Ma va
tenuto conto anche di un fatto sinora piuttosto trascurato da Apple, che chi
usa i suoi dispositivi mobili spesso non possiede un computer e quindi no ha la
possibilità di effettuare aggiornamenti o altre operazioni che richiedono il
collegamento con iTunes. In questo senso, la società ha precisato che nel mondo
il 70% dei cinesi che ha comprato un iPad non possiede un computer. In questa
classifica al secondo posto ci sono gli utenti italiani, che per il 30% non
hanno un computer. Percentuali che sono destinate ad alzarsi ulteriormente se
si considerano gli utenti dell'iPhone.

Ecco quindi
arrivare la funzione PC Free che consente di
attivare e configurare il proprio dispositivo iOS all'istante senza bisogno di
computer, e gli aggiornamenti software del sistema vengono distribuiti
over-the-air e installati con un tap (un po' come succede con i Blackberry). Inoltre,
Wi-Fi Sync in iOS 5 trasferisce ed esegue il backup dei contenuti in maniera sicura
via SSL e sincronizza in wireless i contenuti acquistati dal dispositivo alla
libreria iTunes.

Tra le altre
200 nuove funzioni, spicca Notification Centre, dove sono raccolte tutte le
notifiche - messaggi di testo, chiamate perse,
appuntamenti, avvisi delle app e così via - in modo coerente. Quando ne
arriva una nuova non viene interrotta l'app che si sta eseguendo ma
un'animazione nella zona in alto dello schermo avverte che è arrivata la
notifica. Basta scorrere per vedere tutte le
notifiche, e con un tap si accede direttamente all'applicazione interessata. Le
notifiche appaiono anche sulla schermata di blocco, e anche da qui basta
sfiorare per accedere all'app che ha ricevuto la notifica. In questo senso,
sembra che Apple abbia imparato qualcosina da Android.

Un'altra
novità è l'edicola per quotidiani e riviste che ha un'interfaccia simile a
quelle di iBooks. Qui si possono effettuare acquisti di singoli numeri ma anche
effettuare abbonamenti. In quest'ultimo caso, il nuovo numero è scaricato non
appena disponibile, così lo si ritrova automaticamente sullo scaffale del
proprio dispositivo.

La novità
successiva è l'integrazione di Twittter, volta a rendere più semplice e veloce
l'invio dei brevi messaggi direttamente dall'interno di tutte le app
compatibili, come per esempio Immagini,
Fotocamera, Safari, YouTube e Mappe

A proposito
di Safari, il browser èp stato notevolmente migliorato. In primo luogo con
l'introduzione di Reader, che rende più semplice la lettura di testi rimuovendo
ogni "elemento estraneo" e impostando le
dimensioni del font più adatte per la pagina web. I testi così
"preparati" possono essere inviati assieme al link. C'è poi la
reading list, ovvero la possibilità di creare una lista di pagine da leggere in
un secondo momento sincronizzandole su tutti i dispositivi iOS, e la
navigazione a schede, di cui sinceramente si sentiva parecchio la mancanza sull'iPad.

Arriva poi
Reminders, per ricordare le cose da fare
non solo. Consente di riunire e organizzare i propri impegni, a creare e raggruppare le attività
correlate e a impostare avvisi e promemoria basati su orari o luoghi specifici,
oltre a priorità e date di scadenza. I promemoria Reminders possono essere
visualizzati anche in iCal e Outlook e vengono aggiornati automaticamente.

Alla stessa
stregua di quanto già succede su alcuni smartphone, come per esempio gli HTC, l
nuovo iOS 5 consente di fare foto senza "sbloccare" il dispositivo. In
questo senso, c'è un nuovo bottone sulla schermata iniziale, una scorciatoia che
sicuramente sarà molto apprezzata. Inoltre, le foto possono essere ritoccate,
ritagliandole, ruotandole ed eliminando gli occhi rossi. Ma anche di
organizzarle in album.

In iOS 5, iMessage estende il servizio di messaging
dell'iPhone a iPad e iPod touch. Integrato direttamente nell'app Messaggi,
iMessage consente di inviare messaggi di testo, foto, video o informazioni di
contatto a una persona o a un gruppo di persone su altri dispositivi iOS 5 via
Wi-Fi o 3G. I messaggi vengono trasferiti in automatico a tutti i dispositivi
iOS 5 dell'utente, che potrà così proseguire una conversazione dall'iPhone, dall'iPad
o dall'iPod touch. iMessage include anche le notifiche di consegna e lettura,
indicazione per la digitazione e codifica end-to-end sicura.

Il prossimo iOS 5 introdurrà anche altre quattro novità di
un certo rilievo:

  • Game Center offrirà la possibilità di aggiungere foto al
    profilo del giocatore, acquistare nuovi giochi direttamente dall'app Game
    Center e nuovi modi ancora più intuitivi di trovare amici e nuovi giochi;
  • l'app Mail sarà ottimizzata con la possibilità di comporre
    messaggi usando indirizzi trascinabili, e una nuova barra di formattazione con
    opzioni come grassetto, corsivo, sottolineato e a capo;
  • sarà introdotto l'AirPlay Mirroring per mostrare in
    wireless tutto ciò che appare sull'iPad 2 direttamente su un televisore HD
    tramite Apple TV;
  • sarà disponibile una tastiera divisa, supportata a livello
    di sistema per semplificare la digitazione a due mani sull'iPad.

Il nuovo iOS 5 è già in distribuzione per gli sviluppatori
in versione beta assieme a un nuovo SDK, mentre agli utenti di iPhone 4, iPhone
3GS, iPad 2, iPad e iPod touch (terza e quarta generazione) sarà distribuito come
aggiornamento gratuito dal prossimo autunno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here