Con il Symmetrix Vmaxe Emc vuol convincere a fare cloud

Architettura solidificate, software innovativo e implementazione rapida per sveltire un percorso.

Emc ha presentato il nuovo sistema Symmetrix Vmaxe, una tecnologia di storage progettata specificamente per ambienti It mission-critical e cloud virtuali.
Nelle intenzioni della società il sistema dovrà permettere a molte aziende di accelerare il proprio percorso verso il cloud.

Il Symmetrix Vmaxe si basa sulla stessa Virtual Matrix Architecture e sul software che caratterizzano i sistemi Symmetrix Vmax di dimensioni superiori, utilizzati nei più ampi datacenter.

Progettato per realtà che non hanno grandi competenze storage e che dispongono di risorse It limitate, ha un nuovo design hardware di dimensioni ridotte e un software integrato, per installazione, configurazione e gestione più veloci.

L’hardware, infatti, è basato su processori multicore Intel, con formato ridotto e alimentazione single-phase. Può scalare fino a 4 engine e montare tutte le tecnologie disco, inclusi i drive a stato solido.

La configurazione avviene in pochi minuti con la funzionalità VirtualProvisioning integrata, che ne semplifica la gestione permettendo di allocare lo storage in base alle necessità puntuali.

L’integrazione con il software di replica RecoverPoint permette al Vmaxe di ottenere una protezione continua dei dati e di effettuare repliche continue, in locale ed in remoto con altri sistemi storage.

Dispone di software avanzato per semplificare la gestione degli ambienti virtuali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here