Con il federalismo fiscale, tasse più elevate per Pmi e lavoratori autonomi

Secondo uno studio di Confesercenti, sarebbero queste due categorie a pagare di più le somme salate a causa dell’addizionale IRPEF regionale prevista. L’aumento potrebbe arrivare fino a 1.260 euro l’anno.

Le novità introdotte dal federalismo fiscale che ha
avuto il via libera dal consiglio dei ministri il 7 ottobre scorsoporteranno i lavoratori autonomi e le piccole imprese a pagare di più le somme
da sborsare per l'addizionale IRPEF regionale. Questo è quanto emerge da uno studio redatto da Confesercenti, secondo il il quale tali categorie dovranno pagare le cifre più salate: fino a 1.260 euro
l'anno, tenendo conto di un'aliquota maggiorata fino al tetto massimo del 2,1%
nel 2015.

Nel provvedimento si prevede infatti la possibilità per ciascuna
regione di aumentare l'aliquota base dell'addizionale oltre lo 0,5% attualmente
previsto, fino al 2,1% dal 2015. Secondo Confesercenti è fortemente probabile
una rincorsa al rincaro delle aliquote da parte delle regioni, soprattutto
quelle, e sono quasi la totalità, con bilanci in rosso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome