Con Auralog Berlitz spinge l’e-learning nelle aziende

Un accordo di collaborazione e nuove formule interessanti soprattutto per l’utenza aziendale.

67.3% di crescita. E' questa la percentuale registrata dagli investimenti
in e-learnig in Italia che ha portato nelle casse degli adetti ai lavori 428
milioni di euro (fonte: elearning Ww marketing). Ma è anche altrettanto
forte il tasso di abbandono.
Soprattutto in Italia.
Per questo una
realtà come la Berlitz, da 126 anni nel settore della
formazione, ha deciso di investire sì in una piattaforma di elearning (quella di
Auralog), ma di calarla in un contesto "blended" con aule
virtuali e tutor da accompagnamento "e soprattutto di escogitare un metodo
che tenga sempre alta
- afferma Patrizia Marasca responsabile del progetto
in Berltiz Italia - la motivazione allo studio".
La proposta è
indirizzata soprattutto alle aziende. "Ne possono trarre i maggiori
benefici
- sottolinea la Marasca- quelle aziende che hanno sedi sparse
sul territorio
".
Nei sei mesi dopo il lancio, Berlitz prevede di
realizzare vendite per oltre 2 milioni di euro, soprattutto in Europa.
Le
previsioni si spingono anche oltre tant'è che l'azienda di formazione afferma
che le vendite raggiungeranno oltre 20 milioni di euro nel 2006 grazie alla
diffusione di questi programmi nei mercati asiatici in cui Berlitz opera con 85
Centri Linguistici nel solo Giappone.
Per il momento il costo per utente si
aggira attorno ai 280 euro per corso.
Ma in tutto questo c'è una
particolarità da non sottovalutare: funziona solo in ambiente Windows.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here