Compaq rinnova la gamma pc

Per la prima volta in due anni, il costruttore texano mette mano sia ai Deskpro En che ai notebook Armada. Significativi i cambiamenti soprattutto nel primo caso, con un design rivisitato e l’integrazione del chipset 815E di Intel.

Il nome è rimasto quello, ma per i pc Deskpro En di Compaq è arrivato
il tempo di aggiornamenti significativi e anche attesi, essendo i
primi da due anni a questa parte. Di rilievo appare soprattutto
l'integrazione del chipset Intel 815E, mentre finora era stato
impiegato il Bx. L'ultima tecnologia di Intel include capacità
grafiche, audio e di rete, oltre a supportare tre slot Dimm (Dual
inline memory module) e memoria Sdram.
I nuovi modelli della serie Deskpro En sono tre e si differenziano
per il formato, che si riflette sui rispettivi nomi: Slim Desktop,
Small Form Factor e Convertible Minitower. Di base, si parte con un
modello dotato di processore Celeron a 600 MHz, disco fisso da 10 Gb,
64 Mb di Ram e Windows 95/98, che ha un prezzo sotto i due milioni di
lire, monitor escluso. La maggior parte dei modelli della linea,
comunque, ospita processori Pentium III da 667 a 933 MHz. Lo Small
Form Factor ha un drive bay a dimensione completa e aggiunge uno slot
Pci extra, mentre lo Slim Desktop è del 20% più piccolo del proprio
predecessore e porta cinque slot Pci e una Agp (Accelerated Graphics
Port). Il Convertible Minitower, infine, può essere configurato anche
come desktop e ha una versione preconfigurata, che possiede Pentium
III a 866 MHz, 128 Mb di Ram, 20 Gb di hard disk, Cd-Rom 48x, Windows
Nt o 2000. Il prezzo oltrepassa i quattro milioni di lire.
Sul fronte notebook, sono stati aggiornati gli Armada M700, M300 ed
E500. Il primo ora ospita un processore Mobile Pentium III a 750 MHz
con tecnologia SpeedStep ed è disponibile in due versioni, una con
Windows 95/98 e l'altra con Windows Nt/2000. Di base, l'M700 monta
display da 14 pollici, 64 Mb di Ram, 12 Gb di disco fisso, modem da
56,6 Kb/s. I prezzi rimangono alti, oscillando, a seconda del sistema
operativo fra i 4mila e i 4.300 dollari. Il nuovo M300, invece, monta
display da 12 pollici, pesa poco più di un chilo e mezzo e ospita
processore Mobile Pentium III da 600 MHz. Il prezzo indicativo si
colloca sui 2.900 dollari. L'E500, infine, esce con processori sia
Celeron che Mobile Pentium III (con tecnologia SpeedStep). Nel primo
caso il prezzo parte sui 2mila dollari. Il monitor è da 15,1 pollici.
Sul fronte handheld, infine, Compaq ha annunciato la versione di
Linux per iPaq, che sarà disponibile agli sviluppatori attraverso il
programma Open Handheld Program, che mira a diffondere Linux come
ambiente comune per gli sviluppi nel mondo dei palmari e simili.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here