Compaq e Sun danno una mano a Tivoli

“Rispondendo a Computer Associates, Tivoli annuncia parternship di primopiano per il proprio framework, nell’ambito della manifestazione “”PlanetTivoli””, in corso a Orlando, in Florida. In programma anche lamodernizzazione dell’offerta in ambiente Os/390.”

Tivoli intende rispondere per le rime a Computer Associates, in quella che
è sempre più una battaglia a due nel mondo dei prodotti di system
management aziendale. E così, a breve distanza da Ca-World, tenutosi a fin
e
aprile a New Orleans, ecco arrivare Planet Tivoli, analogo rendez-vous per
clienti, partner e operatori della comunicazione. Anche qui, al centro
degli annunci, soprattutto il rapporto con partner di alto profilo, ai
quali offrire il proprio framework. Il trait d'union è Compaq, già prese
nte
a New Orleans e giunta anche a Orlando per garantire l'integrazione di
Tivoli nel proprio Indight Manager, come già avviene per Unicenter Tng. Il
legame fra i dati di server o desktop e il system manager passeranno
attraverso gli agenti Wbem (Web Based Enterprise Management) rilasciati da
Compaq. L'Enterprise Console di Tivoli potrà accedere alla disponibilità
e
al magazzino di dati attraverso l'interfaccia Wbem, per consentire agli
operatori It centralizzati di gestire desktop remoti, specie nelle ore in
cui le macchine sono spente o l'amministratore di Lan non è presente.
Anche Sun ha dato manforte a Tivoli, annunciando che sottoporrà alla
certificazione per il framework tre nuovi "pezzi" della propria offerta di
system management. Gli elementi sono Enterprise SyMon, Solstice Backup e
StorEdge Enterprise NetBackup. L'integrazione avverrà a livello di
"fondamenta", per consentirne il lancio direttamente dall'Enterprise
Console di Tivoli.
Ai due big si è aggiunta Compuware, che esteso il proprio software di
service-level management EcoTools al framework di Tivoli. Si potranno così
personalizzare i messaggi da inviare alla console per gli eventi correlati
alle prestazioni delle applicazioni, così come predefinire regole di
correlazione per automatizzare le risposte legate agli eventi di servizio.
Tivoli ha anche delineato le linee di un piano biennale di modernizzazione
del supporto agli ambienti Os/390, sia per i clienti che per i server di
amministrazione Tme. Non si tratta semplicemente di perfezionare
l'integrazione dei mainframe nelle reti, ma di fare del sistema operativo
il "supervisore" dell'informatica aziendale. Già nel 1996, proponendo Gem
(Global Enterprise Manager), Tivoli aveva iniziato a migliorare la guida
delle infrastrutture di produzione. Gem è un sottolivello di Tme e NetView
per Os/390, che permette di costruire viste sintetiche, in linea con
correlate preoccupazioni funzionali.
Dal febbraio scorso è però iniziata la vera fase di modernizzazione dei
tool di amministrazione, con l'aggiornamento di otto strumenti per la
gestione delle prestazioni, lo sviluppo, la sicurezza e altro. La seconda
fase, prevista per metà 1998, mira a rafforzare l'integrazione dei sistemi
Os/390 come client Tme, attraverso l'estensione di Lcf (Lightweight Client
Framework), all'Os/390. A questo punto, si tratterà di dotare l'ambiente
Ibm di strumenti che gli consentano di fare la supervisione (per
l'amministrazione di gruppi di client Lcf) e di gateway Lcf (per il
passaggio di informazioni filtrare verso altri manager Tme). Sarà questo
l'oggetto della terza fase del programma, da completarsi per l'inizio del
1999, con il framework Tme portato nativamente sotto Os/390.
Per raggiungere il traguardo, Tivoli dovrà concludere un bel po' di
evoluzioni, a cominciare dall'integrazione dei vari tool specializzati
disponibili, facendoli dialogare con il framework Tme. Alcuni saranno
ribattezzati (come Performance Reporter, che anteporrà Tme10), mentre altr
i
saranno riprogettati (l'ordinatore di task per Os/390, Opc, sarà fuso con
Maestro, di Unison, acquisito da qualche mese). Per facilitare la
transizione, occorrerà rafforzare il supportoagli utenti, magari con
servizi di aiuto alla migrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome