Come sincronizzare file tra notebook e desktop

Sono spesso in viaggio con il mio notebook per lavoro, e avrei necessità di sincronizzare file e cartelle tra il disco rigido del portatile e quello del desktop. Ci sono software consigliati per questo scopo? Ci sono diverse possibilità p …

Sono spesso in viaggio con il mio notebook per lavoro, e avrei necessità di sincronizzare file e cartelle tra il disco rigido del portatile e quello del desktop. Ci sono software consigliati per questo scopo?

Ci sono diverse possibilità per realizzare la sincronizzazione di cui ha bisogno il nostro lettore. La prima possibilità è gratuita, disponibile in diverse versioni di Windows XP e Windows Vista: si tratta della funzione di sincronizzazione di file tra più PC chiamata Sincronia File. Se essa non fosse attiva è possibile attivarla tramite il Pannello di Controllo, nella sezione Installazione componenti di Windows. In Windows Vista è presente anche una funzione più avanzata, si chiama Centro Sincronizzazione ed è disponibile nel menu Start.

La seconda soluzione per sincronizzare il disco rigido del notebook e quello del PC dell’ufficio è usare software di sincronizzazione di terze parti come Allway Sync che è gratuito, oppure GoodSync e Synchromat che sono shareware. Solitamente essi offrono opzioni di sincronizzazione più avanzate rispetto a quelle presenti nelle funzioni del sistema operativo.

Una terza soluzione vede l’uso di software di sincronizzazione preinstallati su chiavette USB, ma si tratta di un sistema meno affidabile in quanto le chiavette USB sono più soggette a malfunzionamenti e perdita di dati rispetto ai dischi rigidi, inoltre hanno una capienza limitata.

Una quarta soluzione sarebbe l’uso di un disco rigido esterno, ma non sarebbe pratico portarlo con il proprio notebook dunque è più adatta alla sincronizzazione dei dati tra due PC desktop come quello di casa e quello dell’ufficio.

Una quinta soluzione, la più recente, è utilizzare un servizio che offra spazio di memorizzazione online, come Dropbox. In questo caso la sicurezza è notevole perché i dati vengono memorizzati sui server dei provider del servizio, che si trovano a migliaia di chilometri di distanza, e si può accedere ad essi sia dal PC dell’ufficio sia dal notebook, basta una connessione a Internet.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here