Come il backup tiene in piedi il settore finance

L'esperienza di Fin IT, società che fornisce i servizi tecnologici a Gruppo Finanziaria Internazionale, ci offre un chiaro esempio di come l'operatività delle aziende del settore finance sia basata su una oculata scelta di backup.

In ambito finanziario, l’operatività deve essere garantita e ogni rallentamento del sistema porta significative ripercussioni economiche, per non parlare dell’eventualità in cui i dati necessari non siano più disponibili, per un qualsiasi motivo.

Proprio per garantirsi la massima tranquillità sotto questo aspetto, che Fin IT ha deciso di adottare una piattaforma integrata per garantire un backup affidabile e continuo ai dati e sistemi critici al business del gruppo (nella fattispecie, quella di Commvault).

Fin IT è la società di information technology del Gruppo Finanziaria Internazionale, realtà da poco meno di 700 persone che da due anni ha all’interno anche un gruppo bancario, Banca Finint Gruppo Bancario. A tutte le società del gruppo Finanziaria Internazionale, Fin IT eroga servizi IT a 360 gradi, dalla connettività Internet alla gestione delle VPN per l’outsourcing verso altre società esterne, fino all’helpdesk e soprattutto alla produzione software. Il 70% dei software utilizzati all’interno del Gruppo sono sviluppati da Fin IT.

Come ci spiega Gianni Donadel, Presidente e Amministratore Delegato di Fin IT, «il vantaggio fondamentale è la grande affidabilità del software, che ci dà la fiducia di trovare ogni volta i dati che ci servono dove ci aspettiamo di trovarli. Può sembrare un vantaggio da poco, ma nel nostro settore non lo è. Si tratta di un supporto fondamentale al business, perché ci consente di operare in tranquillità, sapendo che i dati che vengono generati e trasformati quotidianamente sono sempre in buone mani».

Nel corso delle sue attività quotidiane, il Gruppo infatti genera una grande mole di dati, spesso sensibili, che vanno gestiti e protetti in modo adeguato. Un problema in più per Fin IT è legato alla grande varietà dei dati da proteggere, che sono di tipologie diverse e localizzati su sistemi e applicazioni anche molto differenti tra loro.

 

Quattro database, quattro datacenter

Spiega ancora Donadel: «Abbiamo quattro database diversi, perché le società del Gruppo si occupano di business differenti e trattano ambiti e attività diverse tra loro, pur sempre in ambito finanziario».

Gianni Donadel Fin IT
Gianni Donadel, Presidente e Amministratore Delegato di Fin IT

Dal punto di vista tecnologico, Fin IT conta su quattro datacenter, che servono l’intero Gruppo. Tre di questi data center si trovano in Italia, un quarto è localizzato all’estero. Nei due principali è stato realizzato un campus, all’interno del quale ci sono 200 server virtuali, salvati su una doppia storage area network ridondata da 60 TB.

Come si svolge il backup quotidiano

Con la piattaforma Commvault Fin IT gestisce attualmente un volume di backup quotidiano attorno ai 15TB, con frequenze differenti in base alla criticità dei dati.

Nel corso delle sue attività quotidiane, infatti, il Gruppo genera una grande mole di dati, spesso sensibili, che vanno gestiti e protetti in modo adeguato. Un problema specifico per Fin IT è legato alla crescita esponenziale ma anche alla grande varietà dei dati da proteggere, che sono di tipologie diverse e localizzati su sistemi e applicazioni anche molto differenti tra loro.

L’importanza del backup si vede non solamente in caso di disastro, ma nelle attività quotidiane dell’azienda. «Quasi ogni giorno ci viene chiesto di rispristinare dati a giorni, settimane, mesi o anni precedenti. Può essere per problemi di necessità del singolo utente o per cancellazioni involontarie. E sempre dobbiamo essere in grado di individuare i dati richiesti, ripristinarli e metterli a disposizione dell’utente».

Tra i benefici ulteriori che Fin IT sta sperimentando c’è anche la deduplica alla sorgente, che permette di ridurre in modo significativo l’ingombro complessivo dei dati; la reportistica automatizzata e personalizzabile, che consente di avere ogni volta le informazioni desiderate nel mondo in cui sono utili agli utenti; e la segnalazione immediata nel caso in cui qualche job non vada a buon fine.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here