Come i Cio spendono in servizi

Un affresco sul mercato dei servizi It. I Cio mondiali spendono 624,4 miliardi di dollari.

Gartner ha scattato la tradizionale fotografia annuale al mercato mondiale dei servizi It. Un mercato globale anche nelle forme. L'outsourcing, in particolare, è solo una di queste. E difatti, per la prima volta da cinque anni a questa parte, non è il “leone” del mercato. A crescere più della media dell'intero comparto dei servizi It sono quelli basati su progetti e sul supporto software in genere.

Sia chiaro, stiamo parlando di un mercato in salute, che nel 2004 valeva, nel mondo, 588,9 miliardi di dollari e che a fine 2005 è salito a 624,4 miliardi, crescendo del 6%.

I Cio, è la sostanza delle analisi di Gartner, hanno individuato più che rispetto al passato nel lavoro a progetto la chiave per il supporto allo sviluppo economico dell'azienda, con tutto ciò che ne consegue. Pare, insomma, che si sia dato più valore al partrimonio software esistente (da supportare) e futuribile (da creare) che non al fatto gestionale puro della struttura informativa.

Questione “di centimetri”, sia chiaro: l'outsourcing va ancora bene e bene andrà. Ma significativa è la forza con cui appare sullo scenario dei servizi It l'aspetto del project management.

E significativo è anche il quadro di riferimento temporale, che fa data al 2000, anno in cui i Cio di tutto il mondo sono stati alle prese con il famigerato bug di inizio secolo e hanno dovuto allineare le proprie strutture informative al nuovo datario con il segno 2.

Ma quali comparti fanno più ricorso ai servizi It? La risposta di Gartner individua due tipologie: sanità e finanza. Il ricorso a servizi di It esterni nelle aziende del comparto sanitario è cresciuto dell'8,7%. Ma i servizi finanziari fanno sempre la parte del leone: 7% di crescita, per un consumo totale pari a 141,3 miliardi di dollari, cioè oltre il 22% dell'intero mercato.

Per quanto riguarda i comunque interessanti aspetti di classifica, il panorama dei fornitori di servizi It vede sempre al primo posto Ibm, che però lo scorso anno è cresciuta a un tasso inferiore a quello del mercato: il 2,5%. I fornitori che hanno registrato le migliori performance di crescita sono Accenture e Csc, cresciute, rispettivamente del 13,1 e del 6,1%,

In sostanza, la classifica mondiale dei fornitori di servizi è guidata da Ibm, con il 7,6%, seguita da Eds, con il 3,2%, Fujitsu con il 2,8%, Hp e Accenture con il 2,6 e Csc con il 2,3%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here