“Collaborazione “”pura”” nel mirino di Lotus Domino 5″

In una cornice scenografica degna di un grande evento, ha preso il via a Orlando, in Florida, l’ormai annuale cinque giorni dedicata all’universo Lotus. Davanti a una platea di oltre 10mila partecipanti è spettato a Jeff Papows, presidente e Ceo …

In una cornice scenografica degna di un grande evento, ha preso il via a
Orlando, in Florida, l'ormai annuale cinque giorni dedicata all'universo
Lotus. Davanti a una platea di oltre 10mila partecipanti è spettato a
Jeff Papows, presidente e Ceo della corporate, il compito di inaugurare
un'edizione di Lotusphere quanto mai all'insegna dell'ottimismo,
giustificato dai risultati ottenuti nel 1997: Notes ha incrementato lo
scorso anno le proprie vendite del 130%, portando l'installato a quota
20 milioni, mentre Domino ha registrato una crescita superiore al 200%.
Col risultato che oggi il software di messaging targato Lotus trova
posto su oltre 40 milioni di stazioni di lavoro, più del doppio
rispetto a Microsoft. Lotusphere non smentisce il ruolo di tradizionale
occasione per la presentazione dei nuovi prodotti: ecco allora una salva
di annunci, che riguardano innanzitutto l'atteso Domino 5.0, application
server per Internet, potenziato con una nuova interfaccia utente e nuove
funzionalità che ne fanno una solida piattaforma per la collaborazione
su web e per il knowledge management aziendale, ora anche disponibile
nella versione 4.6 per As/400; e naturalmente Notes 5.0, che riunisce in
sè tutto quanto finora appannaggio dei vari Lotus Mail, cc:Mail,
Organizer, Weblicator, e che appare inoltre arricchito da inediti e
più potenti strumenti di web publishing e di supporto alla mobilità.
Al debutto anche i pacchetti Lotus eSuite WorkPlace e DevPack, il primo
indirizzato al network centric computing, il secondo costituito da un
ambiente di sviluppo basato su un set di applets Java. WorkPlace è
già disponibile per i nuovi Nc Ibm serie 1000, mentre è stato
rinviato al secondo trimestre il lancio della versione per ogni altra
piattaforma in grado di supportare una Jvm. A corollario, la
presentazione di Domino Designer 5.0, ambiente di sviluppo di
applicazioni dinamiche per Internet, Domino Intranet Starter Pack 2.0,
soluzione indirizzata al mercato delle Pmi, ed infine Learning Space
2.5, destinato al training e alla formazione via Internet.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here