Cluster con processori Opteron nella mente di Ibm

Ibm sta preparando un cluster basato sui processori Amd Opteron a 64-bit e intanto coopera con Corning nella realizzazione di interconnettori ad alta velocità.

5 novembre 2003 Ibm si prepara a rilasciare un cluster prepacchettizzato e pretestato che funziona con i processori Amd Opteron a 64-bit. Nel frattempo Big Blue continua a lavorare al progetto di un supercomputer.

Nel dettaglio, la società sta integrando l'eServer 325, che si rivolge a un'utenza scientifica e tecnica, con software di system management e device di storage per offrire un bundle in grado di funzionare con Linux e Windows. Il sistema 325, inoltre, permette di usare applicazioni sia a 32-bit sia a 64 sulla medesima piattaforma e questo, a detta dei vertici aziendali, è una forte attrattiva per gli utenti Hpc.

L'offerta, disponibile tra la fine di questo mese e l'inizio del prossimo, fa parte dell' eServer Cluster 1350 di Ibm, che include bundle basati sui server BladeCenter e sistemi biprocessore x335 e x345 basati su chip Xeon a 32-bit.

Contemporaneamente Big Blue sta lavorando allo sviluppo di un supercomputer e, a tal fine ha iniziato una cooperazione con Corning (il Dipartimento americano dell'Energia e l'Amministrazione della sicurezza nucleare) per la creazione di interconnettori ottici ad alta velocità.

A detta dei vertici della società, questo progetto, che proseguirà per alcuni anni e costerà 20 milioni di dollari, aumenterà di cinquanta volte l'ampiezza della banda e al contempo ridurrà notevolmente i costi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here