Cloudera forma oggi i professionisti dei dati di domani

È una gamma aggiornata di corsi di formazione ed esami di certificazione basati sulle performance per analisti di dati, amministratori di database e sviluppatori quella annunciata da Cloudera con l’intento di colmare il divario di competenze in ambito Big data, Spark e Hive.

Proprio la mancanza di professionisti dei dati qualificati, emersa anche nell’indagine globale sponsorizzata da Cloudera e condotta da Taneja Group tra circa 7mila professionisti tecnici e di livello manageriale che lavorano con i Big data, ha spinto la piattaforma moderna per la gestione e l’analisi dei dati aziendali basata su Apache Hadoop, Apache Spark e le più recenti tecnologie di open source a offrire nuovi corsi pratici.

Obiettivo: colmare il gap di skill sui Big data considerata da quasi la metà degli intervistati la sfida più significativa per la distribuzione di Spark, mentre un altro terzo del campione interpellato ha citato la complessità nell’apprendimento di Spark quale barriera per la sua adozione.

I nuovi corsi a disposizione

Da qui la proposta, tramite Cloudera University, che, a oggi, ha formato più di 45mila persone e certificato oltre 10mila professionisti, di un nuovo corso di formazione aggiornato Cloudera Data Analyst disponibile on demand per insegnare agli sviluppatori Sql come applicare competenze di analisi dei dati tradizionali con intelligence di business ai Big data utilizzando i principali motori open source, come Impala e Hive, che interagiscono con Hadoop e Spark.
Già disponibile attraverso la libreria dei corsi on demand di Cloudera c’è anche il nuovo corso di formazione all’introduzione dell’apprendimento automatico, messo a punto per fornire un approfondimento di alto livello per l’apprendimento automatico, compresi filtraggio collaborativo, clustering, classificazione, algoritmi e volume di dati.
Infine, disponibili a inizio 2017, sempre attraverso la libreria dei corsi on demand di Cloudera, un nuovo corso di formazione di introduzione ad Apache Kudu si ripromette di fornire i fondamentali di Kudu, i casi d’uso, i punti di forza della piattaforma, i concetti dell’architettura di base e come sviluppare applicazioni Kudu con Impala, mentre la formazione aggiornata Cloudera Administrator promette comprensione globale di tutte le misure necessarie per operare e mantenere un cluster Hadoop utilizzando Cloudera Manager.

Nuove certificazioni a portata di professionista

Tra le certificazioni disponibili fin da subito figura, inoltre, il nuovo esame Cloudera Certified Associate (Cca) che, basato sulle performance per i data analyst, valuta le competenze fondamentali degli analisti Sql, come il modo di interrogare ed estrarre informazioni dai set di dati esistenti utilizzando Impala, Hive e Pig.
La certificazione insegna, inoltre, come importare i dati da sistemi relazionali che utilizzano Apache Flume e Apache Kafka, scrivere ed eseguire applicazioni Spark, come analizzare i dati in ingresso in tempo reale con Spark Streaming.
A sua volta, disponibile a inizio 2017, l’esame aggiornato di certificazione Cloudera Certified Associate (Cca) basato sulle performance per gli sviluppatori di Spark e Hadoop valuta la capacità di un candidato di sfruttare gli strumenti di sviluppo standard per inserire i dati e trasformarli in nuovi valori o formati, mentre il nuovo esame di certificazione Cloudera Associate Certified (Cca) basato sulle performance per administrator valuta come installare un Cdh, mantenere i cluster e risolvere i problemi di base in Cloudera Manager e include un esame basato sulle performance adatto ai professionisti It che gestiscono i cluster Hadoop utilizzando Cloudera Manager.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here