Clienti “rivelatori” per due aziende su tre

È il customer service più che l’analisi predittiva a far scovare i problemi di business.

Una ricerca commissionata da Progress Software a Vanson Bourne ed effettuata a livello mondiale su 400 professionisti, fra Cio e manager che hanno a che fare con l'It, rivela che il 67% delle aziende (il 73% in Italia) viene a conoscenza dei problemi di business solo nel momento in cui sono segnalati dai clienti.

Dallo studio emerge che le aziende italiane hanno una mancanza di visibilità in tempo reale (80%), che si traduce nella difficoltà di risolvere i problemi nel momento in cui si manifestano.

A livello globale l'80% delle aziende presenta già eventi business critical e necessita di un loro monitoraggio in tempo reale; il 91% desidera rafforzare la relazione con i propri clienti, ma il 58% riconosce l'esistenza di un gap informativo significativo a supporto dei processi decisionali.

Solo l'8% delle aziende dichiara di ricevere dati aziendali in tempo reale. Eppure il 78% di loro a livello globale, e il 67% in Italia, ha affermato che la tempestività della risposta offrirebbe un reale vantaggio competitivo. Inoltre, il 70% degli intervistati (83% in Italia) dichiara che potrebbe fissare i prezzi dei propri prodotti basandosi su fattori dinamici.

Sarà anche per questo motivo che l'82% delle aziende prevede di investire in tecnologia real-time entro la metà del 2010 e che un responsabile su tre crede che le architetture informatiche entro cinque anni diventeranno event-driven.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here