Cisco rallenta ma non delude

Con i dati del quarto trimestre la società guidata da John Chambers conferma certamente i segnali di un rallentamento ma in misura minore rispetto alle previsioni pessimistiche degli analisti. Confermata la forte riduzione del personale pari a 8500 persone

Gli occhi del mercato sono tutti puntati su
Cisco, la società leader nella new economy che dopo aver superato ogni record di
crescita deve ora fare i conti con un mercato in fase di stagnazione. I dati del
quarto trimestre della società guidata da John Chambers sono particolarmente
significativi perchè se da un lato confermano la crisi nella domanda di apparati
di telecomunicazione che ha colpito ovviamente anche Cisco dall'altra appaiono
meno negativi rispetto alle previsioni. Il giro d'affari del trimestre in
questione è scivolato del 25% a 4,3 miliardi di dollari dai 5,72 dell'anno
precedente mentre gli utili hanno visto il risultato operativo passare da 1,2
miliardi di dollari a 163 milioni e il risultato netto da 796 milioni di dollari
a 7. Tra i provvedimenti annunciati da Chambers per correre ai ripari e
mantenere Cisco competitiva è stato confermato il drastico taglio ai posti di
lavoro che prevede una riduzione di 8500 persone.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here