Che lavoro fai? Il learning manager

Questa figura professionale nasce in Epiclink e coniuga le due componenti professionali di training ed education in un’ottica del tutto aziendale

Alle dirette dipendenze del direttore risorse umane il learning manager ha la mission di formare il personale in azienda, nella accezione più “globale” del termine. Per questo motivo, il curriculum di un professionista intenzionato a ricoprire questo ruolo necessita di una formazione umanistica, di un master in risorse umane e, soprattutto, di una costante voglia di “Apprendere”. All'interno di Epiclink (azienda che ha “inventato” questo ruolo), la persona che riveste tale carica è Costanza Ramorino.
Ma da quale ragionamento nasce una simile professione? In Epiclink rispondono che «inizialmente si era pensato a una funzione in grado di aggregare e valorizzare tutte le competenze individuali (tecniche e non) delle proprie risorse umane, al fine di superare il dualismo, solitamente presente in altre aziende Ict, ove invece è prevista la presenza di un formatore per la parte tecnica indipendente e completamente al di fuori della direzione Hr».
L'innovazione, dal punto di vista della figura professionale, sta nel fatto che il learning manager non è più il semplice gestore del processo di formazione, ma il vero e proprio “costruttore” della cultura aziendale, poiché detiene la “visione” di tutto il processo di apprendimento.
Tra formare e apprendere la prospettiva del discente, infatti, viene considerata in modo differente: mentre nella formazione tradizionale è qualcuno che forma qualcun altro, nell'apprendimento, l'”io” è posto al centro e valorizzato nella sua dimensione più vera poiché anch'egli è impegnato e coinvolto ad accrescere le sue competenze.
L'attività del learning manager è innanzitutto quella di creare una cultura all'interno dell'azienda per far crescere i risultati di business.

Un nuovo punto di formazione
Come? Costruendo percorsi formativi costanti nel tempo, ma dinamici; valorizzando le risorse presenti all'interno dell'azienda; utilizzando le risorse stesse come i primi formatori, al fine di creare valore anche attraverso la progettazione degli eventi formativi.
Oltre ai classici percorsi di base di inserimento in azienda, in Epiclink sono stati infatti costruiti percorsi formativi diversi per ciascuna famiglia professionale, che portano le persone in aula una volta alla settimana, per confrontarsi sui contenuti delle soluzioni di Epiclink, sui processi dei clienti e sulle loro necessità, oppure sulle case study di successo. E così accanto a corsi definibili come basic training (esempio Wellcome Training, Quality, Safety, Finance, Legal, Language), Epiclink ha in agenda attività formativa di knowledge training, general & typical: (attività formativa specifica come corsi di project leader, sale, client consultant). Infine, a questi si aggiungono anche momenti di formazione definiti come management training, ovvero percorsi di formazione manageriale per coloro che gestiscono persone, volto a dare i fondamenti e a sviluppare le capacità individuali dei singoli manager per la creazione di una cultura manageriale Epiclink.
Con ciascuna direzione il learning manager ha lavorato per creare i percorsi di direzione professionali. All'interno di questi si inseriscono i corsi individuali legati al ruolo (con contenuto variabile) sulle conoscenze tipiche e definite con il responsabile diretto, che possono essere richieste e organizzate in ogni momento dell'anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here