Ces 2014: Intel punta sulle indossabili

Dagli auricolari che monitorano il battito cardiaco allo smartwatch per bambini, fino a un importante accordo di collaborazione con le realtà della moda e del lusso di New York. La nuova via di Intel passa da qui.

Che il suo futuro guarderà oltre il pc, Intel lo sostiene da tempo.
Così non stupisce che in questo inizio d’anno tutto giocato sulle novità per la consumer electronics, dal gigante dei chip arrivino una serie di novità che puntano proprio ai nuovi orizzonti.
Alle tecnologie indossabili, tanto per iniziare.

Nella giornata di ieri, in anteprima rispetto all’apertura ufficiale dei lavori del Ces di Las Vegas, è stato il Ceo Brian Krzanich a mostrare al pubblico una serie di dispositivi indossabili, inclusi gli auricolari in grado di monitorare il battito cardiaco di chi li indossa, in particolare durante l’esercizio fisico, come la corsa.
Il sistema integrato nei dispositivi, inoltre, è in grado di cambiare automaticamente la selezione musicale, così da incoraggiare l’utente ad accelerare o rallentare il ritmo sulla base della velocità del battito cardiaco.
Sempre nel corso del keynote di apertura, il Ceo ha mostrato anche il prototipo di uno smartwatch per bambini, con integrate funzioni di controllo del percorso, in grado di avvisare i genitori se il bambino devia ad esempio dai percorsi stabiliti per andare o tornare da scuola.

Sono i primi frutti della divisione costituita dallo stesso Krzanich, che ha preso le redini di Intel nel mese di maggio, come successore di Paul Otellini, proprio con l’obiettivo di esplorare i nuovi ambiti della tecnologia in un momento in cui diventa necessario e mandatorio non restare vincolati al mercato pc tradizionale.

”Un ecosistema di tecnologie indossabili”, è la filosofia promossa da Intel, che ha tra l’altro presentato un computer basato sulla tecnologia Quark a basso consumo, realizzato in un form factor non dissimile da una Sd Card e dunque facilmente integrabile in indumenti o altri oggetti indossabili.

Ma non è tutto.
Proprio nell’ottica di uno sviluppo di ecosistema, Intel ha anche annunciato la sigla di una importante collaborazione con Barneys, catena del lusso newyorkese, il Council of Fashion Designers of America e Opening Ceremony, concept boutique nata a New York ma presente con diversi punti in tutto il mondo, con l’obiettivo di esplorare le modalità con cui è possibile sviluppare la cooperazione tra le industrie della moda e della tecnologia.
Il primo frutto di questa collaborazione sarà un braccialetto intelligente basato su tecnologia Intel, il cui design sarà a cura di Opening Ceremony.
”Un accessorio meraviglioso che i clienti desiderino" è il claim dei rappresentanti del mondo della moda, mentre Intel manifesta la sua intenzione di dar vita a una comunità di sviluppatori di tecnologie e stilisti, in accordo con il Council of Fashion Designers of America (Cfda).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here