CeBit 2017: Epson crea la carta direttamente in ufficio

Epson Paperlab

Epson fa esordire al CeBiT 2017 una novità mondiale: PaperLab, il primo sistema in grado di produrre fogli di carta riciclata con un processo a secco, a partire da fogli usati e triturati in modo sicuro direttamente in ufficio.

PaperLab può essere utilizzato dalle aziende che hanno bisogno sia che le informazioni riservate vengano distrutte in modo sicuro, sia di carta riciclata in modo sostenibile, efficiente e rispettoso dell'ambiente. Le aziende potranno usare PaperLab per produrre carta di varie misure, spessore e tipologia, dalla carta per l'ufficio ai biglietti da visita e alla carta colorata.

Al CeBit, Epson mostra anche WorkForce Enterprise, la nuova generazione di stampanti inkjet per l'ufficio eco-efficienti e ad altissima velocità.

Si tratta di multifunzione dipartimentali ultraveloci che offrono vantaggi ecologici che solo la tecnologia a getto d'inchiostro permette di ottenere, fornendo una soluzione a basso consumo energetico e con meno parti da sostituire (non ci sono infatti tamburo, fusore, fotoconduttore, unità e rullo di trasferimento, rulli di scorrimento e così via) al prezzo, assicura Epson, di una fotocopiatrice laser dipartimentale.

I modelli WorkForce Enterprise WF-C20590 da 100 pagine al minuto (ppm) e WF-C17590 da 75ppm sono stati progettati per soddisfare le esigenze di stampa dipartimentali delle medie e grandi aziende, in particolare di quelle che hanno elevati picchi di produttività. Il nuovo design lineare, che misura solo 43 millimetri di larghezza e contiene circa 33.500 ugelli, offre un preciso sistema di rilevamento della eventuale mancata emissione dell'inchiostro e produce gocce di dimensioni variabili per offrire una qualità di stampa ottimale nel tempo senza necessità di interventi.

Per migliorare ulteriormente la qualità della stampante, Epson ha incorporato una serie di innovazioni tecnologiche, tra cui una testina di stampa che si auto-mantiene (per una qualità di stampa sempre elevatissima) e una cinghia di trasporto elettrostatico per mantenere la qualità ad alta velocità. Un importante aspetto è che questa tecnologia inkjet offre un cambiamento radicale in termini di prestazioni ambientali, riducendo il consumo di energia fino al 96%, il 99% di rifiuti, e di eliminare i tempi di inattività stampando fino a 84.000 pagine.

L'unità opzionale WorkFlow Enterprise Finisher per la finitura automatica di documenti integra una cucitrice e un cassetto di uscita con fascicolatore da 4.000 fogli, per migliorare l'efficienza, risparmiando tempo e fatica. Inoltre, anche la capacità massima in ingresso può essere portata a 5.350 fogli con alimentatore carta opzionale.

In collaborazione con Lang AG, l'azienda tedesca di noleggio di apparecchiature audio-video, Epson ha inoltre fornito due videoproiettori EB-L25000U laser 3LCD che sono stati utilizzati in una performance di projection mapping che ha occupato parte della cerimonia di apertura di CeBit 2017.

EB-L25000U oltre a essere il più luminoso videoproiettore sul mercato, è anche piccolo e leggero. Grazie all'unità ottica sigillata e alla ruota al fosforo in materiale inorganico, può essere utilizzato per 20.000 ore senza richiedere interventi di manutenzione, anche in ambienti particolarmente "fumosi" come sale concerti e teatri. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. è un’idea grandiosa.
    L’unico neo è che è una macchina che solo aziende grandi potranno permettersi.
    Però come inizio non è male magari sarà accessibile a più aziende in futuro.

    bella invenzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here