CeBit 2012: più fiducia nel mondo digitale

Gestire la fiducia per farne la base del progresso e dello sviluppo. Questo il tema conduttore della prossima edizione che, ad Hannover, dal 6 al 10 marzo 2012, si candida a piattaforma internazionale per il dialogo socio-politico e regolatorio.

Da “Work & Life with the Cloud” a “Managing Trust”. Evolve sotto il segno della fiducia e della sicurezza nel mondo digitale l'edizione 2012 del CeBit di Hannover, in scena dal 6 al 10 marzo del prossimo anno.

Presentata in anteprima nel nostro Paese e ulteriormente rafforzata dalla partnership siglata con Smau e Assintel, la prossima edizione della più importante fiera che, dal 1986 è organizzata ogni anno in primavera come manifestazione a sé stante dalla Deutsche Messe, per bocca del nuovo vice president, Bernd Heinold, si è ormai trasformata «dalla più grande fiera di computer del mondo all'evento internazionale di maggior rilevanza nell'ambito high-tech».

A dirlo sono anche i numeri dell'edizione 2011 che, «piacevolmente in leggera ripresa, rispetto al calo riportato negli ultimi anni», con un afflusso da 110 Paesi nel mondo, hanno registrato 339mila visitatori rispetto ai 334mila del 2010, per un totale di 4.200 aziende espositrici provenienti da 70 diverse nazioni.

Ma non solo.
Perché a rendere il CeBit molto più di un evento mediatico costruito su una piattaforma di matchmaking è anche la partecipazione di oltre 500 Cio, ossia responsabili dei sistemi informativi di altrettanti gruppi internazionali con volumi di acquisto superiori ai 50 miliardi di euro, «a ulteriore conferma - non solo per Heinold - di come questa manifestazione sia punto di riferimento globale per il business».

Attorno a essa, ancora una volta, le ormai note piattaforme di orientamento applicativo CeBit Pro, CeBit Gov, CeBit Lab e CeBit Life promettono di elargire tutta una serie di esempi tematici supportati da eventi aggreganti come il Cloud Computing World, realizzato nell'area Pro(fessional) già la scorsa edizione in collaborazione con BitKom, e le soluzioni Internet proposte in Webciety.

Appurato che, con realtà del calibro di Ibm, Canon, Nokia, Sap, Microsoft, Amazon, Samsung e molte altre, la piattaforma CeBit Pro si confermerà anche nell'edizione 2012 «il punto di maggior attrazione della manifestazione, anche a livello di dimensioni», nella parte Gov, oltre alle soluzioni per il settore Pubblico in ambito locale, regionale e nazionale, «saranno inaugurate le Urban solutions, vale a dire infrastrutture e soluzioni intelligenti immaginate per le megalopoli del futuro a cui farà da corollario un forum organizzato ad hoc con esempi tematici forniti da Siemens», che qui gioca in casa.

Attorno alla parte Lab, oltre a ricerca e sviluppo «non solo a livello universitario ma anche alla portata di imprenditori, politici e scienziati che si stanno strutturando in tal senso», ci sarà spazio per Cebit Job & Career Market, un'iniziativa messa a punto per la ricerca e la selezione del personale «i cui risultati - promette il nostro interlocutore - non si esauriranno nei cinque giorni di fiera ma continueranno a essere trattati e documentati su Internet».

E a ulteriore conferma che il CeBit «ospita realmente l'industria globale dell'It», nella parte Life non mancheranno soluzioni Smart Home per una vita digitale arricchita da trend tecnologici sempre più di matrice business, come negli esempi riportati da Digital Drive, iniziativa inaugurata nell'edizione 2011 insieme al Cio di Ford «che ha preferito il CeBit al Salone dell'Automobile di Ginevra» per offrire una visione d'insieme in merito a intelligenza applicata al settore, comodità d impiego, efficienza e sicurezza.

Tra le novità della prossima edizione ci sarà, infine, Code_n, concorso internazionale bandito da Gft con una serie di partner internazionali «che attende anche la candidatura di alcune tra la cinquantina di aziende espositrici italiane attese ad Hannover».

Le stesse che potrebbero trarre qualche spunto dal Paese partner che, nella prossima edizione del CeBit sarà il Brasile «la più importante economia dell'America latina che, anche in vista della Coppa del mondo Fifa 2014 e dei giochi Olimpici Estivi del 2016, sta affrontando imponenti progetti infrastrutturali».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here