C’è NetApp nel Virtual Data Center di Bt

I data center di Settimo Milanese e Roma usano sistemi NetApp per erogare servizi gestiti.

NetApp ha annunciato con una nota che fornirà l'infrastruttura storage per supportare le soluzioni di Vdc (Virtual Data Center) di Bt presso i centri di Settimo Milanese e Roma.

Con i Vdc Bt mira a offrire un servizio con cui le aziende possono acquistare solamente la capacità di cui necessitano, nel momento in cui sorge l'esigenza.

Bt offre la possibilità di configurare un intero data center da una singola console, con la capacità di implementare server, storage e risorse di rete con built-in resilience e business continuity. La partnership con NetApp consente a Bt di automatizzare la gestione quotidiana delle risorse storage necessarie, lasciando così ai tecnici dell'azienda più tempo ed energie per le attività core.

Un'architettura di server blade, combinata con i sistemi di storage e il software di virtualizzazione di NetApp, consente in cinque giorni ai clienti di Bt di avere in esecuzione tramite il servizio Vdc le infrastrutture e le applicazioni basate su Windows.

Una volta che il sistema è attivo i Vdc sono in grado di implementare un server virtuale in 15 minuti.

L'infrastruttura storage di NetApp si prende cura di una parte considerevole della gestione dello storage di base, dagli snapshot e off-site replication alla deduplica, pertanto l'infrastruttura di storage è in gran parte autogestita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here