Caute previsioni di crescita per l’industria delle attrezzature per la produzione di chip

I fornitori di apparecchiature per la produzione di chip possono aspettarsi un ritorno alla crescita per la loro industria. I livelli di vendite raggiunti nel 2000 continuano però ad essere molto lontani.

16 Luglio 2003 L'industria delle attrezzature per la produzione di chip potrebbe presto tirare una boccata d'ossigeno. Questo è quanto previsto dall'organizzazione commerciale Semi, che nel corso dell'annuale conferenza di San Francisco ha comunicato le stime relative alle vendite per l'anno in corso, che dovrebbero raggiungere i 20,5 miliardi di dollari, segnando così una crescita del 3,9 % rispetto al 2002. Il trend di crescita dovrebbe quindi durare a velocità alterne nei prossimi tre anni, raggiungendo i valori del 23,9 % nel 2004 e del 18,1 % nel 2005, prima di calare al 2,7 % nel 2006.

I fabbricanti del settore dovranno dunque festeggiare con grande morigeratezza tale crescita, ben lontana dai fasti del 2000, allorchè le vendite raggiunsero il valore di 50 miliardi di dollari prima di calare, l'anno successivo a quota 30 miliardi, per crollare infine nel 2002 sotto i 20 miliardi di dollari.
Uno dei segmenti manifatturieri per cui si nutre maggiore ottimismo è quello dei wafer da 300 mm, il cui utilizzo, con la progressiva sostituzione della tecnologia basata su wafer da 200 mm, sta mostrando tangibili segnali di crescita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here