Canon e Toshiba assieme per una nuova tecnologia di flat panel

Dal prossimo anno le due aziende si occuperanno di produrre il surface conduction electron display (Sed), uno schermo senza retroilluminazione e a basso consumo. I primi modelli a 40 pollici in saranno commercio nel 2005

4 dicembre 2003 L'accordo che hanno
recentemente siglato Canon e Toshiba porterà
alla produzione di un nuovo tipo di flat panel chiamato surface conduction
electron display (Sed). Attiva dal prossimo anno, la joint
venture vedrà come primo obiettivo la realizzazione di un pannello da 40 pollici
(si parla di circa mezzo milioni di pezzi per il 2005). Tale pannello dovrebbe
trovare principale impiego all'interno del segmento degli schermi televisivi
piatti. Si tratta di un settore nuovo sia per Toshiba sia per Canon, tuttavia la
prima realizza già televisori mentre la seconda dispone di una forte presenza
nel settore consumer e di un canale di distribuzione ben strutturato.


Il segmento di riferimento è attualmente dominato da plasma e Lcd. Nei
confronti di questi ultimi, la tecnologia Sed non necessita però di
retroilluminazione; nel contempo, sostengono le due aziende, presenta un consumo
energetico nettamente inferiore rispetto sia ai cristalli liquidi sia al plasma.
Rimane però il fatto che da qui a un paio di anni i pannelli Sed dovrebbero
permettere una produzione numericamente limitata rispetto alle tecnologie
concorrenti, il che con tutta probabilità si tradurrà in un costo più
elevato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here