Buoni pasto, detassazione fino a 7 euro per quelli elettronici

Il 1° luglio sono entrate in vigore le nuove norme introdotte con la Legge di stabilità sulla maggiore detassazione riservata ai buoni pasto elettronici passata dagli attuali 5,29 euro dei ticket cartacei a 7 euro.

Il buono pasto elettronico consiste in una carta elettronica leggibile da dispositivi Pos abilitati ed il valore utilizzabile tramite la suddetta carta  verrebbe definito a monte dal datore di lavoro con la società emittente.

La ragione della limitazione ai soli buoni e, tra questi, ai soli strumenti elettronici dell’incremento della franchigia fiscale è da individuare, secondo le spiegazioni del Governo, nell’esigenza di favorire esclusivamente strumenti tracciabili, al fine del potenziamento della lotta all’evasione.

La nuova soglia di estensione del buono pasto, se in formato elettronico segnala anche una precisa intenzione di andare verso la dematerializzazione di questi istituti che sostituirà gradualmente il classico formato cartaceo a carnet.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here