Brocade avanza sulla strada della virtualizzazione

Dare scalabilità alla multitenancy, per avere un datacenter che eroga servizi senza timori. Lossa: diamo quello che serve per mettere intelligenza nella rete e avere banda libera e affidabile.

La considerazione da cui parte Paolo Lossa, Regional Manager di Brocade Italia per illustrare le nuove soluzioni della società è che «oggi le aziende affrontano sfide difficili con architetture di datacenter poco flessibili, che spesso non sono in grado di supportare i nuovi modelli e volumi di traffico».

Per Lossa «i datacenter attuali sono complessi da gestire e offrono una visibilità limitata delle applicazioni di business. È sempre più forte la necessità di una maggiore quantità di banda e di automazione per supportare la virtualizzazione ed evitare che la rete diventi il collo di bottiglia per il provisioning dei servizi».

Le aziende stanno dunque valutando e implementando soluzioni cloud e hanno bisogno di reti scalabili, flessibili e veloci, in grado di supportare questa tipologia di implementazioni.
«Brocade - dice Lossa - grazie ai continui miglioramenti delle proprie tecnologie vuole supportare al meglio i propri clienti nella creazione di architetture di rete agili, per realizzare la multitenancy scalabile nel datacenter, dal server alla Wan. La nostra innovazione costante nella tecnologia Brocade Vcs Fabric permette di affrontare anche le esigenze più complesse dei datacenter, tra cui la multitenancy di rete, l'intelligenza di rete necessaria alla luce della forte crescita dello storage e l'adozione emergente del 100 GbE dovuta al consumo di banda in continuo aumento».

I miglioramenti a cui fa riferimento Lossa sono dunque quelli che riguardano la tecnologia Vcs Fabric e la gamma di switch Vdx, tra cui nuove capacità che forniscono una multitenancy nativa, un networking di tipo storage-aware e performance di livello 100 Gigabit Ethernet (100GbE). Brocade ha anche realizzato un modello end-to-end per realizzare la multitenancy scalabile nel datacenter, dal server alla Wan.

Il Vcs Virtual Fabric usa tecniche di segmentazione di rete basate su standard che rendono più semplice incorporare  nuove capacità all'interno della rete, con una curva di apprendimento pari a zero.

Ha un approccio  evolutivo alla multitenancy che riduce al minimo le discontinuità rispetto ai modelli operativi e organizzativi adottati. È agnostico a livello di hypervisor.
Supporta i framework di orchestrazione cloud attraverso Api aperte. 

Virtualizzazione di rete: Vyatta vRouter 5600

Brocade ha anche arricchito la gamma di prodotti per la Network Function Virtualization (Nfv, virtualizzazione delle funzioni di rete) con Vyatta vRouter 5600.

Si tratta del primo router virtuale rivolto alle reti di classe Telco che apporta un incremento significativo nelle prestazioni.
I più recenti server di rete x86 forniscono alte capacità di processo dei pacchetti e sono dotati di Network Interface Card (Nic) da 10 GbE per adattarsi alla crescita del traffico dati.

Brocade Vyatta 5600, allora. permette alle aziende di telecomunicazioni e ai service provider di sfruttare questa potenza di networking, facendo affidamento sul software invece di installare componenti hardware tradizionali. 

Si basa sulla tecnologia Brocade vPlane con capacità di throughput di 10 Gbps per ciascun core x86. È indicato per utilizzi come routing Bgp, offload Acl e Virtual Bgp Route Reflection. Attualmente la disponibilità è limitata, ma sarà disponibile globalmente a fine anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here