“Brevi” precisazioni

Pubblichiamo la rettifica (di forma e non di fatto) che Giambattista Brevi ci ha fatto pervenire rispetto a una notizia che abbiamo pubblicato su questo stesso sito mercoledì 8 ottobre

10 ottobre 2003 A proposito di quanto letto su 01net a firma di M.Cristina Ceresa, ritengo opportuno effettuare alcune precisazioni, onde evitare che una lettura non appropriata delle mie dichiarazioni generi interpretazioni fuorvianti. In riferimento alle voci di un possibile merger con Elettrodata, pur confermando la smentita ufficiale dell'operazione, mi preme sottolineare che con la società di Lorenzo Zubani esistono ottimi rapporti e sinergie, e che le considerazioni sul momento difficile del settore pc e la citazione del caso Monolith fossero relative rispettivamente all'andamento generale di mercato e al segmento notebook, e assolutamente non accostabili alla situazione di Elettrodata.

Per quanto concerne la nostra attività di produzione di computer - pur confermando che anche la nostra fabbrica sta subendo le difficoltà di un mercato desktop in forte contrazione - le valutazioni su un eventuale sviluppo della produzione di notebook sono comunque subordinate alla difficoltà di inserire sul mercato un nuovo brand.

Terminata per il momento la fase di investimenti, i prossimi obiettivi riguardano - come giustamente riportato nell'articolo - l'ottimizzazione dell'integrazione nel Gruppo delle diverse realtà che ne sono entrate a far parte, sia dal lato della produzione che da quello della distribuzione. Rispetto alla nostra rete di cash&carry - pur confermando la necessità di monitorare la capacità di generare profitto di ogni singola sede - continuo a credere che i cash&carry locali possano svolgere un ruolo fondamentale, in virtù della loro presenza a diretto contatto con i rivenditori. Non a caso in questi ultimi mesi abbiamo ampliato il nostro network portandolo a 17 unità attive sul territorio.

Giambattista Brevi - Presidente di Brevi SpA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here