Il braccialetto che fa luce con lo smartphone è nato in Italia

La startup bolzanina Ffiber presenta un braccialetto che incorpora una fibra ottica per ampliare l'utilizzo dello smartphone.

Il prodotto verrà lanciato tramite una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Kickstarter dal 5 settembre al 5 ottobre prossimi a 39 euro.

Creato dall'inventiva di Ralph Ciech, il braccialetto ffiber è stato pensato sia per dare un tocco di classe, quando viene indossato, sia per poter essere un accessorio utile, grazie alla sua portabilità, in tante occasioni e attività.

Realizzato con tecnica brevettata, il braccialetto ha un anima in fibra ottica in polimetilmetacrilato PMMA che sfrutta al meglio la fonte LED fornita dagli smartphone, ma all'occorrenza anche da tablet e computer.

In tal modo, aperto e collegato allo smartphone, il braccialetto può essere impiegato come una torcia flessibile per utilizzo frontale. Ma anche comne sveglia silenziosa, tramite l'utilizzo della luce puntata a simulare il sole sorgente. Ovviamente può essere utilizzato come luce notturna per leggere, con l'utilizzo della funzione di spegnimento. Grazie alla sua struttura flessibile può anche essere usato come piedistallo per autoscatto (selfie) o per supporto per condurre una videoconferenza.

Il braccialetto di ffiber è disponibile in tre lunghezze: 17,5 cm 19,5 cm, 21,5 cm. Viene realizzato con finiture di silicone, pelle o jeans e acciaio o argento.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here