Boku, il pagamento Nfc senza Nfc

Presentato negli Stati Uniti un nuovo servizio di pagamento da dispositivi mobili, che non richiede né terminali dedicati né aggiornamento dei Pos.

Si chiama Boku, è americana e ha tra i suoi sostenitori venture capitalist del calibro di Andreessen Horowitz and Benchmark Capital.
E, soprattutto, è destinata a fare diretta concorrenza a PayPal.

Boku, infatti, non solo fornisce servizi di billing a oltre 230 carrier wireless in 60 Paesi, ma ha appena annunciate un nuovo servizio che consente agli utenti di pagare con il loro telefono cellulare in tutti quegli esercizi nei quali sono accettati I pagamenti con carta di credito.
Gli utenti, semplicemente, pagano dando il loro numero di telefono e la transazione viene addebitata sulla carta di credito.

Si tratta di un approccio decisamente diverso rispetto a quanto finora fatto con i dispositivi mobili: le transazioni, in genere, avvengono online e sono limitate anche nel valore degli importi.
La piattaforma presentata da Boku, invece, denominata Boku Accounts, consente invece gli acquisti nei negozi “fisici”, indirizzando in tal modo un mercato potenziale decisamente più ampio.
Nell'idea della società, che annovera tra I suoi clienti aziende come At&t, Vodafone o Verizon, il servizio sarà promosso dal carrier con il proprio marchio, anche se sarà gestito in background da Boku.

L'arrivo di Boku sulla scena dei nuovi pagamenti elettronici in mobilità avviene in un momento in cui da un lato PayPal sta cercado di rinnovare la propria piattaforma, e Google sta a sua volta operando con il proprio wallet.

Mentre l'arrivo di PayPal nello store fisico richiede un aggiornamento dei Pos esistenti e mentre il borsellino di Google richiede l'utilizzo di terminali Nfc, la proposta Boku richiede semplicemente l'applicazione di un adesivo sul retro del telefonino. Adesivo che di fatto trasforma il telefono in un terminale Nfc, utilizzabile con i terminali esistenti senza necessità di onerosi aggiornamenti né per gli utenti né per gli esercenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here