Blockchain per i trasporti: un progetto di Ibm con Aos

Camion

IBM e la società colombiana specializzata nella fornitura di soluzioni commerciali Aos, hanno avviato una collaborazione per creare una soluzione per migliorare l’efficienza del settore logistico e dei trasporti colombiano basata sulle tecnologie blockchain e Watson IoT.

La tecnologia blockchain funge da registro (ledger) immutabile che memorizza le transazioni tra i membri di una rete commerciale. In questo modo, all’interno della catena di approvvigionamento, si crea visibilità per tutti i membri autorizzati allo scambio di informazioni durante l’intero ciclo di trasporto, garantendo una maggiore trasparenza di registrazione dei dati e degli scambi commerciali.

In genere, le transazioni della catena di approvvigionamento vengono effettuate a mano, con il rischio di ritardi e di errori di registrazione.

Grazie alla digitalizzazione di questo processo le informazioni vengono raccolte direttamente dai sensori installati sugli autocarri e successivamente vengono inserite nella blockchain per creare un unico archivio condiviso, cui possono accedere tutti i partecipanti autorizzati e che può essere modificato unicamente con il consenso di tutte le parti.

Con questa soluzione, quando l’autocarro parte dal punto di distribuzione, viene inviato un messaggio automatico al cliente per informarlo circa il carico, il peso e l’ora stimata di arrivo. Nel caso in cui venga restituita parte della fornitura, la fatturazione può essere automatizzata in base al reale carico consegnato.

Inoltre, mediante i sensori installati sugli autocarri, viene creato un archivio di informazioni che tiene traccia di tutti gli scambi, le fermate e le transazioni di ogni autocarro e del relativo carico, dal punto di distribuzione al cliente finale. La maggiore trasparenza contribuisce anche ad aumentare l’affidabilità tra gli spedizionieri e i loro clienti, promuovendo il flusso degli affari.

Per AOS si tratta di un progetto di interesse per l’intero settore logistico del Paese.

La nuova soluzione integra anche la tecnologia Watson IoT, che è stata utilizzata e personalizzata per monitorare gli autocarri: ad esempio, la soluzione rileva il peso in ingresso e in uscita per stabilire la capacità disponibile, così come il silo specifico e la persona addetta al carico. Inoltre, questi dati vengono anche correlati a informazioni esterne quali condizioni atmosferiche, umidità, temperatura e informazioni sul camionista, allo scopo di stimare l’ora di consegna per i clienti.

In futurosi prevede che la soluzione comprenderà nuove funzioni, quali un meccanismo elettronico di piombatura per controllare e monitorare i carichi terrestri.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here