BIM, c’è la norma Uni per la qualifica delle competenze

È stata pubblicata la norma Uni 11337-7 relativa alla qualifica delle competenze dei professionisti che operano nel mondo BIM.

Con la norma Uni si pone un riferimento unico per la certificazione delle competenze, come recita la descrizione, che parla di norma per Edilizia e opere di ingegneria civile - Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni - Parte 7: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa.

La norma Uni individua, a livello organizzativo, la figura di Gestore dei processi digitalizzati, e a livello di progetto le figure di Coordinatore dei flussi informativi di commessa, di Operatore avanzato della gestione e della modellazione informativa, di Gestore dell'ambiente di Condivisione dei dati.

Come si è arrivati a identificare queste figure e che rapporto hanno con quelle internazionalmente conosciute come Information manager e Bim manager lo spiega bene il professor Alberto Pavan su Imprese Edili.

Il lavoro che ha accompagnato la stesura della nuova norma è sottolineato anche da Ambiente & Sicurezza, che pone l'Italia all'avanguardia in questo campo.

Con la pubblicazione della norma Uni si aprono ulteriori prospettive per valorizzare la propria professionalità in quanto vi sarà la possibilità di avere una certificazione rilasciata in conformità a una norma nazionale e con l’accreditamento di Accredia, che consentirà alla certificazione di essere riconosciuta come titolo professionale ai sensi della legge 4/2013 sulle professioni non organizzate.

Come già nella bozza in inchiesta pubblica, anche la norma Uni non descrive chiaramente i metodi e tempistiche di esame, i criteri di valutazione e punteggio né i requisiti per il mantenimento e durata della certificazione stessa.

Cosa fa ICMQ per il recepimento della norma Uni

ICMQ, organismo di certificazione di terza parte specializzato nel settore dell’edilizia e delle costruzioni, accreditato da Accredia, nel recepire i requisiti della norma Uni ha inserito nel proprio regolamento tecnico tutte le indicazioni relative ai requisiti di ammissione e modalità di esame, in modo che la verifica di Accredia possa convalidare tale metodologia per renderla di riferimento per le certificazioni rilasciate in ambito nazionale.

Le certificazioni degli esperti BIM rilasciate da ICMQ prima della pubblicazione della norma resteranno valide fino a naturale scadenza, ma potranno anche essere adeguate al nuovo schema sostenendo un esame ridotto, con lo scopo di verificare solo i nuovi ambiti di conoscenza introdotti dalla norma Uni.

La rete di organismi di valutazione (OdV) qualificati da ICMQ è già operativa per svolgere gli esami di certificazione secondo la Uni 11337-7.

E al fine di assicurare la corretta applicazione delle procedure di esame, ICMQ rilascia ad ogni proprio OdV un attestato di qualifica che garantisce il mantenimento dei requisiti di competenza, indipendenza e imparzialità richiesti per svolgere l’attività di esame.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome