Avremo aziende zero client: la trasformazione digitale è anche questa

Nel 2018 l'italiana Praim, che fornisce sistemi completi per la creazione e gestione di postazioni di lavoro software e hardware Thin & Zero Client, è cresciuta del 5% nel fatturato e il numero dei nuovi clienti a portfolio ha registrato un incremento del 30%,.

Sono oltre 800 le imprese di ogni dimensione e nazionalità, che nell’ultimo anno, hanno acquistato o aggiornato una soluzione di Praim. Alla realizzazione di nuovi contratti, con aziende del calibro di OVS, SEA, Società Metropolitana Acque Torino e l’evoluzione di progetti esistenti su Mediamarket, Calzedonia e Yoox, si sono aggiunti contratti siglati con importanti realtà dalle sedi di Spagna e Regno Unito, con clienti come Balearia Eurolineas e Governo della Guinea Equatoriale. Contestualmente è cresciuto del 10% anche l’organico delle nuove risorse entrate nel gruppo, con attenzione alle professionalità di taglio tecnico e alle expertise dedicate alla qualificazione di partner certificati.

Con Stefano Bonmassar, Chief Sales Officer di Praim abbiamo voluto capire in cosa consiste la proposta thin & zero client,

Per un’azienda la trasformazione digitale può essere considerata come la fase di definitiva affermazione di una impostazione thin/zero client?

La trasformazione digitale oggi coinvolge molti ambiti in un’impresa, è un processo di integrazione di tecnologie digitali che comporta molteplici cambiamenti, oltre che di tecnologia, anche operativi e culturali.

L’obiettivo comune di questa trasformazione è di ottimizzare e semplificare i processi.
Sicuramente, dal punto di vista della tecnologia, la trasformazione digitale richiede sempre più l’abbandono di applicazioni legacy e l’utilizzo di soluzioni più innovative, basate su data center potenti e flessibili e soluzioni di accesso alle risorse applicative aziendali molto più agili.

In questo contesto il PC fa oramai parte della tecnologia legacy, non è un dispositivo che permette di implementare il nuovo processo di semplificazione richiesto dall’economia moderna.

Dispositivi come Thin e Zero Client, grazie alla loro elevata semplicità e soprattutto grazie ad una straordinaria gestibilità, sono un elemento essenziale in questo processo e permettono di semplificare sia il workflow di accesso alle applicazioni da parte dell’utente finale sia la gestione di tutte le postazioni di lavoro per l’amministratore IT.

La trasformazione digitale è sicuramente un driver importante che vede un’ulteriore affermazione dell’offerta Thin e Zero Client di Praim, che si muove di pari passo con le soluzioni tecnologiche e i servizi oggi disponibili alle aziende in Cloud.

Quali sono gli attuali elementi di innovazione thin e zero client?

L’evoluzione delle tecnologie di virtualizzazione del desktop e delle applicazioni in cloud permettono di erogare soluzioni molto avanzate, ma hanno anche aumentato la complessità. Infatti, gli aspetti di gestione dell’infrastruttura IT, previsti su tutte le postazioni di lavoro, richiedono una maggiore attenzione ai temi di gestione e sicurezza. Elemento innovativo nella soluzione Praim è sicuramente l’avanzato livello della componente di gestione software, che permette di risolvere problematiche complesse, semplificando e automatizzando attività normalmente costose.

Come ci si relaziona con ambienti multicloud?

La gestione di dispositivi in ambienti multicloud è una delle componenti che genera complessità, soprattutto dal punto di vista di fruizione dei servizi disponibili per gli operatori dell’azienda. Governare i workflow di accesso e fornire una soluzione di accesso sicura e semplice è diventato oggi un tema molto importante per gli amministratori IT. Su questo specifico aspetto Praim ha sviluppato una propria soluzione software, che permette di unificare l’interfaccia di accesso di una postazione di lavoro anche in un contesto multicloud. La soluzione è Praim Agile ed è disponibile in tutti i prodotti Thin e Zero Client di Praim e su licenza software per dispositivi PC oppure Raspberry. Questa soluzione permette di implementare un accesso semplice, sicuro e unificato di tutte le applicazioni, anche in ambiente ibrido o multicloud.

Come si sta trasformando l’investimento IT nei clienti italiani di soluzioni thin e zero client?

La soluzione Thin e Zero Client rientra in un investimento più ampio per attivare la trasformazione digitale in una azienda. Il livello di infrastrutture di rete nel territorio, la banda larga o ultra larga sono anche elementi fortemente correlati per la completa diffusione di soluzioni erogate in cloud.

L’Italia si sta trasformando più lentamente di altre nazioni, come il nord Europa, dove queste tecnologie sono state adottate e si sono diffuse in anticipo.
Proporzionalmente con la crescita degli investimenti in soluzioni cloud, oggi assistiamo ad un aumento di aziende che hanno l’interesse e l’opportunità di innovare in questa direzione. Se qualche anno fa queste erano soluzioni principalmente adottate internamente alle grandi aziende, oggi i servizi cloud permettono una più ampia diffusione anche ad aziende di minori dimensioni, come le Pmi italiane.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome