Autorizzazione Ue agli aiuti per il biodiesel

La Commissione europea ha dato il via libera per l’introduzione in Italia di un regime di agevolazioni fiscali per la produzione e l’utilizzo di biodiesel, modificando e prorogando il regime di aiuti approvato in precedenza. È previsto che una quota an …

La Commissione europea ha dato il via libera per l'introduzione in Italia di un regime di agevolazioni fiscali per la produzione e l'utilizzo di biodiesel, modificando e prorogando il regime di aiuti approvato in precedenza.


È previsto che una quota annua di 250.000 tonnellate di biocarburante possa beneficiare di un'aliquota di accisa ridotta al 20% dell'aliquota applicabile al diesel utilizzato per autotrazione. Beneficiari dell'agevolazione sono tutti i produttori di biodiesel dell'Unione europea, tra i quali il contingente stabilito verrà distribuito proporzionalmente, sulla base della rispettiva capacità produttiva.


L'importo dello sgravio fiscale previsto per il periodo 2007-10 ammonta a 348 milioni di euro.


Accanto al bonus fiscale, è stato introdotto, a carico dei fornitori, l'obbligo di immissione minima sul mercato di biocarburanti, in una percentuale almeno pari al 2% della fornitura complessiva, a partire dal 1° gennaio 2008.



Comunicato stampa Ce 12 marzo 2008, n. IP/08/436



(per maggiori approfondimenti vedi Finanziamenti&Credito, Novecento media)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here