Automotive, il powertrain incontra l’intelligenza artificiale

Per costruire l’auto del futuro non basta il motore elettrico, ma servono nuove geometrie di trasmissione e propulsione: se ne parlerà il 15 e il 16 febbraio a Rovereto in occasione di Inn4Mech, il forum italiano sul powertrain.

L’iniziativa si svolgerà in Polo Meccatronica, l’incubatore di Trentino Sviluppo per l’Industry 4.0, in partnership con alcune università e aziende del settore, come Dana, Siemens e Bonfiglioli.

L’obiettivo del forum è permettere a ricercatori, tecnici, operation manager di aziende che operano in questo ambito, sia direttamente, sia indirettamente tramite la produzione di tecnologie abilitanti afferenti la meccatronica, di confrontarsi per costruire nuovi progetti di ricerca e sviluppo.

Durante i workshop e i seminari si discuterà della costruzione e applicazione dei powertrain ad automobili e veicoli off road, per renderli sempre più efficienti.

Si parlerà di modellazione, sensoristica avanzata e ottimizzazione dei sistemi di simulazione, comunicazione e controllo bordo veicolo.

Per Angelo Messina, responsabile del comparto R&S di EnginSoft e membro del Comitato scientifico di Inn4Mech “Intervenire su queste tecnologie significa ridurre il peso delle componenti elettroniche dell’auto, quali centraline, batterie, sistemi di sicurezza. In questo modo si migliorano le prestazioni del veicolo stesso in termini di costi ed efficienza, e si spreca meno potenza tra motore e ruote”.

All’evento Inn4Mech si discuterà anche di come applicare al powertrain l’intelligenza artificiale e le tecnologie di ultima generazione.

Per Paolo Bosetti, professore di Ingegneria Industriale all’Università di Trento, membro del Comitato scientifico, “Il recente sviluppo e diffusione di veicoli a propulsione elettrica e ibrida ha aperto le porte ad architetture powertrain che sfruttano le grandi potenzialità e controllabilità degli azionamenti elettrici, consentendo la realizzazione di sistemi a differenziale elettronico e controllo di trazione più efficienti e, al tempo stesso, più economici dei corrispondenti meccanici”.

Flavio Tosi, presidente di Trentino Sviluppo, spiega che “l’idea di Trentino Sviluppo è di dedicare ogni edizione di Inn4Mech ad un diverso aspetto legato alla meccatronica, al fine di trasformare questo appuntamento in una vera e propria piattaforma di incontro e networking sulle novità dell’Industry 4.0, dell’intelligenza artificiale e della sostenibilità, altro grande pilastro dell’innovazione trentina”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here