01net

Auto del futuro: cinque esempi di digitalizzazione

Digitalizzazione e guida autonoma sono due dei temi principali che rigiuardano le auto e che si sono visti nel Salone dell’auto che si è svolto di recente a Francoforte.

In Germania accanto ai classici produttori del settore auto ormai sono presenti in qualche modo anche i colossi del digitale che cercano spazio anche nelle auto. Per avere veicoli a guida completamente autonoma bisognerà ancora aspettare, ma intanto i passi avanti sono concreti anche nel caso degli pneumatici.

Continental con il suo Driver Analyzer già pronto per la produzione permette il riconoscimento facciale e del movimento degli occhi del conducente per anticipare le sue mosse future.

Oltre alle novità di Continental, l’International Motor show ha visto la presentazione di modelli per il futuro come Renault Symbioz, un’auto autonoma vista come estensione della casa. L’azienda descrive infatti il veicolo come “una stanza extra mobile, modulare e multifunzionale”.

L’esterno dell’auto è pensato per assomigliare all’architettura della casa contemporanea, con un telaio in acciaio, finestre estese e dettagli di falegnameria in legno. Il veicolo si connette anche wireless alla casa come molti elettrodomestici.

L’interno è ispirato al soggiorno con marmo, tessuto e porcellana e include quattro sedili che possono ruotare. Il design include anche una piattaforma che consente di sollevare l’automobile su una terrazza. “Lo scopo è quello di viaggiare in un luminoso spazio fengshui che è molto simile a un grande salotto in una casa, con contorni vetrati”, ha dichiarato Renault.

Smart Vision Eq ForTwo

Smart ha immaginato un approccio diverso alla condivisione di auto con questo veicolo autonomo, elettrico a due posti.
Progettato per colmare il divario tra i trasporti pubblici e personali, l’Eq ForTwo offre ancora più personalizzazione rispetto agli schemi di auto-share attualmente in uso come Uber. La griglia black panel nella parte anteriore del veicolo consente all’utente di riconoscere la propria auto visualizzando sopra il proprio nome.

Il nuovo veicolo non dispone di volante o pedali, liberando i passeggeri dalla guida. Ciò consente di avere spazi interni più ampi per i passeggeri.
La Smart Vision Eq ForTwo è la nostra visione della mobilità urbana futura“, ha dichiarato Annette Winkler, ceo di Smart. “È la vettura più radicale di auto-condivisione: completamente autonoma, con capacità di comunicazione massima, amichevole, personalizzabile e naturalmente elettrica“.

Honda Urban Ev

La nuova auto elettrica di Honda sarà in vendita fra un paio d’anni. Il presidente e ceo di Honda Takahiro Hachigo ha spiegato che: “Questa non è una visione del futuro, una versione di questa vettura sarà qui in Europa nel 2019”. Il design del veicolo è futuristico ma nostalgicamente retrò, riferendosi ai modelli 1970 e Civic di Honda e N600.

Le basse e ampie proporzioni della vettura gli conferiscono una “posizione piantata e muscolare”, suggerendo che fornirà una prestazione di guida sportiva. È leggermente più piccolo del Jazz Supermini, lungo 3,9 metri.

L’Urban Ev può ospitare quattro passeggeri su due sedili in panchina, che potranno cambiare a cinque quando la nuova versione sarà rilasciat. I messaggi interattivi possono essere visualizzati su uno schermo nella parte anteriore dell’auto, inclusi saluti, consigli per altri driver sulla strada e aggiornamenti sullo stato di carica.

Audi Aicon

Vettura senza volante e pedali, il veicolo elettrico di Audi richiede l’intervento umano solo per gestire il pannello di controllo sensibile al tatto che consente ai passeggeri di guardare film, utilizzare Internet, effettuare videochiamate o utilizzare i social media.

Audi imposta l’Aicon come un robot taxis, e la descrive come “l’ambiente lussuoso di una cabina di linea di prima classe”. È dotato di sedili che possono scivolare avanti e indietro, per passare da due a quattro posti.


Secondo Audi, l’auto potrebbe coprire le distanze da 700 a 800 chilometri con una sola carica e potrebbe essere ricaricata fino all’80% in meno di trenta minuti.

 

Bmw i Vision Dynamics

Dopo aver annunciato i suoi piani per mettere in vendita 12 autoveicoli elettrici entro il 2025, Bmw ha dato al pubblico un assaggio di come  potrebbero essere questi modelli.

I Vision Dynamics è un Gran Coupé a quattro porte con una potenzialità di 600 km, una velocità massima di oltre 200 km/h e un’accelerazione di 0-100 km/h in quattro secondi. È stato descritto dai critici come un potenziale concorrente per Tesla.

Secondo la casa tedesca i Vision Dynamics continuerà a mantenere le proporzioni classiche Bmw: “un lungo passo, un tetto e una copertura corta, creano un profilo di base ricco di eleganza e dinamicità”.