Attenzione a non lasciare porte aperte agli hacker

Le Pmi hanno bisogno di infrastrutture It per gestire, rendere disponibili e proteggere dati e applicazioni di importanza strategica. Ma è bene tenere sempre sotto controllo chi accede ai contenuti

Ottimizzare il lavoro
all'interno di una
piccola e media impresa,
per Iomega significa
non trascurare cinque
aspetti fondamentali:


1 Garantire la continuità
del business con i backup.
2 Garantire la sicurezza
dei dati sensibili attraverso
una protezione logica delle
informazioni.
3 Razionalizzare l'It.
4 Spendere il giusto.
5 Integrare e bilanciare
software e hardware.

Come le aziende di grandi
dimensioni, anche le Pmi
necessitano di infrastrutture
per gestire, rendere disponibili
e proteggere dati
e applicazioni di importanza
strategica.
La disponibilità si traduce
nella possibilità di utilizzare
dispositivi che funzionino
in modo continuo, fornendo
accesso costante ai dati
critici e alle risorse di rete.
Perché ciò sia possibile è
necessario disporre di server
ridondanti ed effettuare
backup continui.
Al fine di soddisfare queste
esigenze, la soluzione
ideale per le Pmi è sicuramente
rappresentata dai
dispositivi Nas (Network attached
storage) in grado di
garantire affidabilità, sicurezza,
protezione e disponibilità
delle informazioni
a prezzi competitivi. I Nas
costituiscono, infatti, soluzioni
capaci di assicurare
elevate prestazioni e affidabilità
a prezzi contenuti,
anche per quelle realtà che
non dispongono di grossi
budget da destinare alle
infrastrutture It o di risorse
tecniche specializzate. Un
investimento che garantisce,
quindi, stabilità ed efficienza
tecnologica all'impresa
ma che non impatta
drasticamente sulle risorse
economiche dell'azienda.
In tale contesto, la sicurezza
è un aspetto di non secondaria
importanza. Date le
pressioni a cui le aziende sono
sottoposte sia dalle istituzioni,
sia dagli utenti per aspetti
quali la tutela della privacy e
delle informazioni, la protezione
logica dei dati è diventata
un atout per qualsiasi
tipologia di organizzazione.
In particolare, chi si affida
a soluzioni di cloud e/o per
l'accesso remoto ai dati e
alle applicazioni deve porsi
la domanda: “Chi conserva e
protegge i dati e in che modo
li protegge?”.
La virtualizzazione presenta
innumerevoli benefici
per le piccole e medie realtà
perché consente una razionalizzazione
delle risorse,
ma è necessario affidarsi
alle migliori tecnologie sia
hardware, sia software presenti
sul mercato e assicurarsi
che esista una perfetta
integrazione tra i sistemi,
in modo da consentire
all'utente di controllare in
ogni momento l'accesso ai
contenuti e di proteggere le
informazioni sensibili. Una
vulnerabilità dei sistemi di
sicurezza equivale, infatti,
a lasciare aperta la porta
di ingresso agli hacker, ipotesi
che nel peggiore dei
casi potrebbe determinare
un'interruzione nella continuità
del business.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here