Attenti al virus che arriva via pop-up!

Un codice maligno che sfrutta una vulnerabilità di Windows ha fatto la sua comparsa su Internet nei giorni scorsi. Non sembra pericoloso, ma può causare sensibili grattacapi.

2 Ottobre 2003 Ha già infettato parecchi utenti virtuali, il pezzo di codice maligno che ha fatto la sua repentina comparsa in Rete nei giorni scorsi, attentando a una falla di Windows. Secondo gli esperti, il malfare non è virale, quindi la sua pericolosità non viene giudicata di livello alto, ma secondo i responsabili dell'azienda TruSecure, il problema maggiore è rappresentato dal modo in cui il codice si diffonde, ossia attraverso pop-up pubblicitari.
Network Associates ha chiamato il codice (tecnicamente un Trojan) “Qhosts-1”, sottolineando che attacca le macchine operanti con Windows 2000 e Xp grazie a una vulnerabilità presente in Internet Explorer, indicata da Microsoft già nello scorso Agosto ma non ancora coperta dalle adeguate patch. Il malware, secondo gli esperti antivirus, consente a un aggressore di far girare i propri codici sulle macchine attaccate, probabilmente al fine di aumentare il numero di click di programmi pubblicitari affiliati. Nessun intento distruttivo, dunque, ma un puro scopo di lucro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome