Atlantis Land rafforza le partnership per crescere all’estero

Prosegue il programma di fidelizzazione Atlantis Team per reclutare nuovi dealer. L’azienda è presente all’estero attraverso distributori

11 lluglio 2003 Atlantis Land sta al passo con gli obiettivi che si era posta già diversi mesi fa. La società, nata nel 1998 come spin off di Sidin, per lo sviluppo di prodotti per la connettività e più recentemente anche di networking, monitor e dispositivi di input, consolida le proprie strategie commerciali confermando le partnership già avviate. Sono sei i distributori (Esprinet, Executive, Pdm, Prodatec, Sidin e Tech Data) con cui la società collabora e a questi si aggiungono 24 Atlantis Distribution Partner, ovvero distributori “indiretti”, come li definisce il general manager Mauro Suardi, «che agiscono prevalentemente su scala locale e acquistano dalle sei aziende che utilizziamo come riferimento principale».

A questa organizzazione italiana, si aggiungeranno tre distributori europei attualmente in fase di start up (per l'Austria, il Lussemburgo e la Francia, nonché l'Algeria che dipende dalla Francia) nell'ottica di un'apertura del vendor nei mercati internazionali.
«Grazie allo scorso Cebit abbiamo preso contatti interessanti nei principali Paesi europei - spiega Sauri -. Ai tre partner europei attuali se ne aggiungeranno altri 15, oggi in valutazione, a copertura di buona parte dell'Europa con l'esclusione del Regno Unito».
Prosegue anche il programma per i rivenditori Atlantis Team, che si pone l'obiettivo di reclutare un maggior numero possibile di dealer per far conoscere sul territorio il marchio Atlantis Land. “Successivamente selezioneremo i partner assegnando loro delle zone di competenza. Cerchiamo sia dealer rivolti al mercato home, quindi negozi con vetrina, sia Var e system integrator per i prodotti più professionali”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here