Arriva Lotusphere. E rinnova Workplace

L’edizione annuale della manifestazione dedicata agli utenti delle tecnologie e soluzioni Lotus si apre all’insegna delle conferme e delle rassicurazioni

27 gennaio 2004 A leggere sulla stampa americana, l'attesa è
tutt'altro che spasmodica. Dall'edizione 2004 di Lotusphere
nessuno si attende grandi novità.
Solo conferme. E probabilmente
qualche rassicurazione che in fondo è già nell'aria.
Il mantra, così lo ha
definito un collega statunitense, in fondo è ancora lo stesso: J2ee e
Web services
. Il tutto condito in salsa Workplace,
questa sì la vera novità dello scorso anno.
Di Workplace si attende la
versione 2.0, che verrà annunciata proprio nel corso di questa
manifestazione, per la quale gli elementi di novità sono rappresentati
dall'integrazione con i tool Eclipse e da nuovi tool specifici per i non
programmatori.  Si tratta, in questo caso, di Workplace
Builder
, che consente di memorizzare e personalizzare il lavoro come
template di Workplace.
La conferma attesa e anticipata è il prosieguo
del commitment su Domino, di cui si attende per la fine di
quest'anno o al più tardi per l'inizio del prossimo la versione 7.0, nonchè la
promessa di un percorso evolutivo non traumatico per chi i suoi
investimenti a suo tempo li aveva fatti su Notes.
Per il
momento ci si ferma a una release intermedia. Entro la primavera dovrebbe essere
rilasciato  Domino 6.5.1., nel quale saranno integrati
instant messaging, una interfaccia Workplace-like, che consente l'accesso a
diverse applicazioni di collaborazione, nonchè Microsoft Outlook Connector, che
consente al client Outlook di accedere alle funzionalità di Domino.
Tornando
a Workplace, la novità è che Ibm sta pensando di riunire Workplace
e Websphere Portal
in un'unica soluzione ribattezzata Ibm
Software Solution for On Demand Workplace
.
Concretamente, questo
vorrà dire rendere Lotus Workplace Messaging, Team Collaboration, Collaborative
Learning e Web Content Management accessibili dalla medesima interfaccia
WebSphere Portal. Il tutto a un prezzo inferiore ai 400 dollari per utente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here