Arriva la versione 1.3 di Oceano Edisoftware

Oceano, gestionale in ambiente client-server che Edisoftware propone alle medie aziende, si presenta nella nuova versione 1.3 con interessanti novità. Con l’ultimo aggiornamento il programma contiene ora venticinque moduli funzionali, suddivisi

Oceano, gestionale in ambiente client-server che Edisoftware propone
alle medie aziende, si presenta nella nuova versione 1.3 con
interessanti novità. Con l'ultimo aggiornamento il programma contiene
ora venticinque moduli funzionali, suddivisi in sette macroaree di
competenza, ovvero contabile e amministrativa, finanziaria, vendite,
magazzino e logistica, acquisti, contabilità analitica e produzione.
La versione 1.3 presenta, in particolare, tre nuovi moduli
applicativi. Il primo, Incassi e Pagamenti, si occupa delle
problematiche legate alla chiusura di rate in divisa. Una volta
effettuata la selezione delle rate che si desiderano chiudere, anche
parzialmente, viene generata automaticamente la prima nota contabile.
Si possono, inoltre, creare gli ordini di bonifico in formato
elettronico e le relative distinte di presentazione (lettera di
accompagnamento per la banca e comunicazione ai beneficiari). Il
modulo Percipienti, invece, consente di gestire gli adempimenti
legati alle prestazioni di lavoro autonomo. La registrazione di una
parcella ricevuta avviene richiamando, in fase di inserimento della
prima nota, un menu pop-up in cui vengono visualizzate le quote Irpef
e Inps da versare, secondo i criteri impostati
nell'anagrafica-fornitore. Richieste d'acquisto, infine, permette di
gestire le necessità di approvvigionamento formulate dai vari reparti
aziendali. Le richieste generate possono essere trasformate
automaticamente in ordini a fornitori.
Sul piano funzionale, inoltre, Oceano 1.3, presenta il rinnovato menu
principale 'Il Navigatore', che si presenta con una struttura ad
albero e con un'interfaccia molto simile alla funzionalità "Esplora
Risorse' di Windows '98. Il programma consente poi di personalizzare
tutti i tipi di documenti attraverso la gestione delle proprietà,
ossia l'assegnazione di una serie di criteri di default che vengono
considerati automaticamente nel documento. La possibilità di creare
dei "modelli" per le maschere operative si indirizza alle necessità
legate all'inserimento di operazioni ripetitive. é possibile, infine,
personalizzare le maschere operative con l'inserimento di campi che
possono essere di libero utilizzo o protetti in scrittura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here