Arriva il Tag Switching di Cisco per le reti dei carrier

Alta velocità innanzitutto per i nuovi switch di fascia alta di Cisco. La casa californiana, infatti, ha presentato nuovi modelli in grado di garantire elevate prestazioni sia su Ip che su Atm. é la tanto a lungo preannunciata implementaz …

Alta velocità innanzitutto per i nuovi switch di fascia alta di Cisco. La
casa californiana, infatti, ha presentato nuovi modelli in grado di
garantire elevate prestazioni sia su Ip che su Atm. é la tanto a lungo
preannunciata implementazione del Tag Switching, la tecnologia di switching
Ip su Atm della società statunitense per reti Wan.
Le novità sono in tutto quattro, di cui tre destinati alle centrali
periferiche dei carrier (siglati Bpx 8650 Ip+Atm, Mgx 8800 e Bpx 8680
denunciano la provenienza Stratacom) e uno dedicato al backbone delle reti
dei carrier stessi (si tratta dell'optical switch Tgx 8750).
Oltre al Tag Switching, soluzione proprietaria, i nuovi commutatori di
Cisco sono stati progettati per supportare anche il Mpls (Multiprotocol
Label Switching Protocol), che dovrebbe consentire loro di interoperare con
dispositivi di altri vendor.
Una delle caratteristiche evidenziate da Cisco è la possibilità di
definizione delle virtual private network. Un tipo di servizi che secondo
molti analisti conosceranno un vero e proprio boom nell'anno a venire.
Bpx 8650 Ip+Atm è già disponibile a un prezzo indicativo di 80mila dolla
ri.
Mgx 8800 ha un prezzo che parte da 23mila dollari, mentre Bpx 8680 si
posiziona sui centomila dollari; entrambi saranno disponibile per la fine
dell'anno. Tgx 8750, infine, parte da 60mila dollari con porte Oc-48 pure
fissate a 60mila dollari, ma sarà disponibile solo all'inizio del 1999.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here