Applix Education realizza La Buona Scuola digitale

L’Italia torna a credere nel digitale come mezzo indispensabile per l’educazione scolastica, con i 90 milioni stanziati subito e 30 milioni ogni anno a partire dal 2016 per finanziare la diffusione digitale e i laboratori innovativi all'interno del piano “La Buona Scuola”.
Applix intende sfruttare appieno la riforma del Governo con lo sviluppo di un unico ambiente per tutti gli strumenti necessari alla didattica 2.0. L'azienda è leader nella creazione di nuovi modelli collaborativi di produzione e fruizione dei contenuti ad alto valore attraverso Applix Education, la sua business unit dedicata al mondo della scuola e dell’apprendimento digitale. La piattaforma proprietaria bSmart.it, acquisita lo scorso mese di gennaio, è uno hub di contenuti e servizi integrati dedicati alle versioni digitali dei libri di testo per insegnanti e studenti.
Negli ultimi sei mesi bSmart.it è cresciuta più del 500%, raggiungendo 125.000 utenti attivi di cui 95.000 studenti e 30.000 insegnanti, confermandosi come piattaforma di riferimento in Italia per la Digital Education.
Il nostro ambiente include i contenuti adatti a ogni fase dell’attività scolastica, dall’acquisto del libro di testo al suo arricchimento per creare mappe concettuali e lezioni, all’offerta di corsi di approfondimento o recupero nel dopo scuola”, afferma Claudio Somazzi, Ceo di Applix; “vogliamo essere protagonisti di questa piccola ma decisiva rivoluzione insieme a tutti i protagonisti della scuola del domani: gli studenti, le famiglie, i docenti, gli istituti e gli editori”.
Molto interessanti anche i prossimi sviluppi, che porteranno dallo stato di piattaforma a quello di ecosistema educativo. Applix Education lancerà un innovativo e ambizioso marketplace all'interno di bSmart.it che consentirà l’accesso a un ampio numero di contenuti per tutti gli attori del mondo della scuola (insegnanti, studenti, famiglie e scuole), coinvolgendo gli editori scolastici.
Inoltre l'azienda lancerà un nuovo servizio di tutoring e ripetizioni online.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here