Apple viene incontro agli sviluppatori dei Web services

La società ha reso disponibile la nuova versione 5.2di WebObjects, una suite di strumenti e guide di riferimento compatibili con le future necessità dei servizi Web e delle applicazioni Java.

14 novembre 2002 L'uscita della nuova versione di WebObjects 5.2 da parte di Apple Computer estende la piattaforma di sviluppo di applicazioni Web al mondo dei futuri servizi standard. Bob Fraser, responsabile di prodotto in casa Apple, sottolinea come, grazie a WebObjects, il programmatore può impostare un prototipo funzionante di un'applicazione senza dover scrivere una sola riga di codice. La versione 5.2 è secondo Fraser una suite di strumenti e guide di riferimento compatibili con le future necessità dei servizi Web e delle applicazioni Java. Con l'aiuto di questi strumenti, prosegue Fraser affermando che Apple «ha abbassato notevolmente la soglia di ingresso per gli sviluppatori», si possono facilmente costruire, testare e implementare i servizi Internet partendo da infrastrutture di sistema esistenti e senza dover ricorrere a protocolli come Soap, Xml e Wsdl.

I servizi Web confezionati con WebObjects sono interoperabili con le applicazioni scritte in Java, AppleScript, Perl e .Net. Fraser ha anche spiegato che lo sviluppatore può servirsi dell'Enterprise Object Modeler per retro-ingegnerizzare le applicazioni aziendali esistenti «e sviluppare su questa base una applicazione server che eroga all'esterno questa stessa applicazione sottoforma di servizio Internet. Nel frattempo - prosegue -stiamo ristudiando l'ambiente Apple per farlo lavorare con gli standard industriali».

Altri strumenti di WebObjects come Project Builder possono servire per creare del codice riutilizzabile a supporto della logica dei processi aziendali. Infine, il prodotto consente di implementare nella pratica i servizi utilizzando i server appliacativi conformi a J2ee, come le piattaforme Ibm e Bea Systems. In loro assenza è possibile utilizzare direttamente l'application server integrato in WebObjects, compatibile con la Java 2 Standard Edition.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here