01net

Apple prepara un secondo data center in Danimarca

Apple investirà sei miliardi di corone svedesi nella costruzione di un nuovo data center in Danimarca. La notizia è stata confermata a Reuters dal dirigente della Mela Erik Stannow, Nordic manager di Apple. Come è abitudine di Apple ormai da tempo, il nuovo data center si baserà interamente su energie rinnovabili.

Un esempio della linea eco-sostenibile di Apple nella costruzione di nuovi impianti è lo stesso Apple Park, la nuova sede di Apple a Cupertino. Nell’Environment Responsibility Report rilasciato da Apple lo scorso aprile, l’azienda ha delineato la volontà di ridurre il più possibile l’impatto ambientale anche in fase di produzione.

Il nuovo data center in terra danese dovrebbe diventare operativo entro il secondo trimestre del 2019 e sorgerà ad Aabenraa, nel Sud della Danimarca, non lontano dal confine con la Germania. Il data center potenzierà diversi servizi online per i clienti Apple europei, quali iTunes Store, App Store, iMessage, Mappe, Siri.

Ogni volta che facciamo una domanda a Siri, o scarichiamo una app o un brano da uno Store, o facciamo una chiamata FaceTime o eseguiamo una delle tante operazioni che per il loro funzionamento si basano sulle infrastrutture cloud della piattaforma della Mela, queste richieste vengono gestite dai data center Apple.

In realtà non tutte le strutture data center sono di proprietà di Apple, che si appoggia anche a piattaforme di terze parti. In ogni caso, Apple sta ampliando le proprie strutture in tutto il mondo. Questo sarà il secondo centro datidanese.

Il primo dovrebbe essere operativo entro l’anno ed è posizionato nei pressi della città di Viborg. Nel progetto dei nuovi data center europei, era stata pianificata anche una struttura in Irlanda, ad Athenry. Annunciata nel 2015, la sua costruzione non è stata ancora avviata in quanto l’impianto irlandese deve ancora risolvere alcune controversie giudiziarie.

Il nuovo data center danese, ha ribadito Erik Stannow, funzionerà al 100% con energia rinnovabile sin dal giorno della sua apertura e Apple sta investendo anche su fonti di energia pulita per la realizzazione della struttura.