Apple, gli Xserve G5 ora sono pronti

Ai blocchi di partenza i nuovi, potenti, server della Mela. Prezzi competitivi, semplicità di gestione, predisposizione al cluster.

24 marzo 2004

Dopo un mese di attesa rispetto alla scaletta originaria, Apple ha annunciato di aver iniziato le consegne del proprio Xserve G5, il nuovo sistema 1U capace di 30 gigaflop di potenza di calcolo (circa il 60% in più rispetto ai modelli basati su PowerPc G4.


Gli Xserve G5 sono disponibili in tre configurazioni standard, ma possono essere personalizzati su specifiche richieste


Quelli con un singolo processore PowerPc G5 a 2.0 GHz con 512 Mb di Ram Pc3200 Ecc, un singolo Drive Module da 80 Gb Apple con espandibilità fino a 750Gb, doppio Gigabit Ethernet on-board, FireWire 800 e USB 2.0, e una licenza per client illimitati di Mac Os X Server cosano 2.999 euro


I sistemi a due vie con 1Gb di Ram Pc3200 Ecc, un singolo Drive Module da 80Gb Apple con espandibilità fino a 750Gb, doppio Gigabit Ethernet on-board, FireWire 800 e Usb 2.0, e una licenza per client illimitati di Mac Os X Server costano 3.999 euro.


Il Cluster Node, con doppio processore PowerPc G5 a 2.0 GHz con 512 Mb di Ram Pc3200 Ecc, singolo Drive Module da 80 Gb Apple con espandibilità fino a 750 Gb, doppio Gigabit Ethernet on-board, FireWire 800 e Usb 2.0, e una licenza per 10 client di Mac Os X Server, costa 2.999 euro per modulo cluster.


Gli Xserve G5 con singola Cpu a 2.0 GHz sono imediatamente disponibili tramite gli Apple Store e i rivenditori autorizzati.


I modelli a due vie ottimizzati per il cluster saranno disponibili ad aprile attraverso gli stessi canali.


Per soprammercato, Apple ha anche presentato il Workgroup Cluster Apple per la Bioinformatica, un cluster per il computing ad alte prestazioni, che permette agli scienziati di configurare, operare e manutenere il sistema.


La soluzione workgroup cluster include iNquiry, un pacchetto terze parti per la bioinformatica di The BioTeam, che fornisce 200 applicazioni per la bioinformatica pronte all’uso, ottimizzate per l’Xserve G5 di Apple. L’installazione e la manutenzione sono state inoltre semplificate in modo che sia indispensabile il minimo supporto It.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here