L’antifurto per biciclette si collega alla rete IoT

Sherlock, startup torinese che realizza sistemi per la sicurezza delle biciclette, ha firmato un accordo con Orange Business Services per supportare il proprio business globale con connettività IoT e un portale di gestione per i prossimi tre anni.

Sherlock incorporerà le schede Sim di Orange nella sua soluzione antifurto invisibile per biciclette, attualmente in fase di lancio in Europa e Nord America.

La soluzione consiste in un piccolo dispositivo antifurto, progettato per essere nascosto nel manubrio delle biciclette, e in un'applicazione mobile.

Il dispositivo dispone di un modulo GPS integrato per la localizzazione, un modulo GPRS per la connettività Internet e Bluetooth a basso consumo energetico. Due anni di connettività di rete sono inclusi nel prezzo di acquisto.

Sherlock Srl è una startup sostenuta dall’incubatore i3P in Italia e dall’incubatore SETsquared in Gran Bretagna. È partecipata dal Gruppo Viasat.

Una volta installato, il dispositivo è impossibile da individuare per un ladro e non altera l’aspetto della bicicletta.

Funziona anche come identificatore univoco per il veicolo grazie al "passaporto per biciclette": il documento digitale, progettato con la Polizia municipale di Torino, contiene tutti gli elementi necessari per dimostrare la proprietà del mezzo.

Quando viene attivato il dispositivo tramite Bluetooth, il proprietario riceve una notifica in tempo reale sul proprio smartphone se la bicicletta è spostata o manomessa.

È possibile anche individuare la posizione della bicicletta in qualsiasi momento e fornire alle autorità accesso temporaneo alle informazioni tramite un codice unico di tracking.

Il dispositivo antifurto è venduto direttamente al consumatore, che lo attiva tramite un portale web per un'installazione rapida e semplice sulla propria bicicletta.

Le schede SIM Orange sono installate nei dispositivi in ​​fase di produzione e testate prima della spedizione. La connettività globale fornita da Orange significa che il dispositivo è subito pronto all’uso, in roaming su reti diverse per una connessione sempre affidabile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here