Anteprima CES 2018: le startup italiane vanno a Las Vegas

Una delegazione italiana pubblico-privata coordinata dal TILT parteciperà al Consumer Electronics Show 2018 di Las Vegas per presentare le startup tecnologiche nazionali.

La missione a Las Vegas nasce dalla consapevolezza della mancanza di un’Area Italia al Consumer Electronics Show ed ha subito trovato sostegno da parte di Associazioni e imprenditori.

Il comitato promotore è composto da Tilt, UniCredit StartLab, Italia Startup (l’Associazione che raggruppa primari incubatori italiani, acceleratori e start up), e-Novia e Industrio con la collaborazione di APSTI - Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani, con il supporto della CRUI - Conferenza dei Rettori delle Università italiane, e la segreteria organizzativa curata dal World Trade Center Trieste.

TILT (Teorema Incubation Lab Trieste) è un hub che sviluppa start up nell’Information Technology, ideato da Teorema Engineering e realizzato in partnership con Area Science Park, ente nazionale di ricerca che opera sotto il controllo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e attivo da quasi quarant’anni nel mondo dell’innovazione a sostegno delle imprese, con l’Università degli Studi di Trieste e Microsoft Italia e il contributo del Comune di Trieste.

La missione ha il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e vede la collaborazione dell’Istituto del Commercio Estero (ICE), che ha avviato le procedure per una missione ufficiale italiana.

60 startup da selezionare

L’obiettivo è concorrere a una missione ufficiale con ICE che prevede una prima selezione di 10 startup e una successiva di altre 50 startup, che desiderano affacciarsi ai mercati e ai finanziatori statunitensi e mondiali.

La selezione sarà opera di esponenti di rilievo del mondo della ricerca e dell’innovazione. Tra questi il Professor Maurizio Fermeglia, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trieste, e il Direttore Generale di AREA Science Park, Stefano Casaleggi, che, con la sua partecipazione, garantirà il supporto delle più importanti aree di ricerca e innovazione nazionali.

Per offrire alla missione italiana l’adeguato successo, è stata avviata, inoltre, la ricerca di sponsor che vogliano partecipare contribuendo sia con investimenti sia alla selezione delle start up.

Come si fa la selezione

Le start up, oltre a inviare la propria candidatura, dovranno postare un video in inglese, della durata di cinque minuti, con un pitch sulla propria realtà e i prodotti proposti. I candidati saranno scelti tra due tipologie di aziende:

  • Start up pre-lancio, realtà che intendono lanciare da gennaio un nuovo prodotto
  • Start up avviata, aziende con un prodotto avviato sul mercato, che generano un fatturato e hanno eventualmente raccolto finanziamenti da investitori

Saranno privilegiate le start up che dimostreranno che il loro prodotto/servizio impatta su una delle sei seguenti filiere: Mobility - Smart Transportation, Automotive - Industry 4.0 - BioTech / MedTech – FashionTech - AgroTech / FoodTech

Il comitato si impegnerà a cercare in questi ambiti sia gli sponsor sia le start up poiché vuole presentare la creatività italiana e la capacità di affrontare mercati globali in settori di eccellenza, inclusi quelli di avanguardia, innovazione e tecnologia.

A Las Vegas sarà creato un village italiano come area espositiva, affiancato da eventi come una serata specificamente dedicata agli investitori e una conferenza di presentazione della creatività tecnologica italiana nel mondo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here