Anche per Idc lo storage è in salute

La società di ricerca ha fatto un’analisi mercato dei dischi e dello storage networking. Risultato: il 2003 è stato un buon anno ma le classifiche differiscono da quelle di Gartner

Dopo Gartner, anche Idc ha detto
la sua sull'andamento del mercato dei sistemi di storage esterni, in un
contesto, però, allargato, comprendente tutto il settore del network storage.

Nello specifico degli array di memorizzazione esterni, Idc assegna una crescita anno su anno del 6,1%, assegnando all'ultimo trimestre i maggiori meriti della crescita (+8,4%, per un fatturato totale di comparto di 3,7 miliardi di dollari).


Sul piano delle classifiche di merito, esistono disparità con Gartner. Idc, infatti, individua come miglior player Hp, a cui assegna il 21,7% del mercato, mettendo al secondo posto Emc, con il 20%, e al terzo Ibm, con il 16,8% (seguono Hitachi, con il 7,4% e Dell con il 6,4%).


Poi l'analista passa su un piano più generale di storge networking, comprendendo con ciò i dati provenientigli dalle vendite di Nas e di San iScsi. Qui, nell'ultimo trimestre c'è stato un vero boom, con una crescita diffusa di oltre il 23% e con un comparto che ha fatturato per 2,1 miliardi di dollari. La leadership viene assegnata a Emc, con il 28,1% del mercato. La seguono Hp, con il 26% e Ibm con il 14,4%.


A questi dati, però, vanno aggiunti quelli del tradizionale mercato generale dello storage su dischi, dove, secondo Idc, la "lotta" è un testa a testa fra Hp e Ibm per spartirsi la metà del mercato, con Emc che segue distaccata con un 13,3% e con Dell in quarta posizione con il 6,5% (ricordiamo che Dell rivende storage di Emc).


La classifica generale del mercato dello storage che gravita attorno ai dischi (interni ed esterni), che secondo Idc vale 19,8 miliardi di dollari, vede a primo posto Hp con il 26,3%, seguita da Ibm con il 21,6% e da Emc con il 12,7%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here