Analytics, pane per i Cio delle medie imprese

Preoccupati dalla situazione economica, insieme ai Ceo, sono impegnati sui big data, con datawarehouse, dashboard e master data management. Lo decreta uno studio di Ibm

Secondo uno studio che Ibm ha condotto sui Cio nell'arco dei prossimi cinque anni le medie imprese competitive investiranno in soluzioni tecnologiche per la business analytics e il cloud computing si affermerà.

Tra la fine del 2010 e l'inizio del 2011 Ibm ha condotto colloqui di persona, della durata di un'ora, con oltre 3.000 Cio di tutto il mondo rappresentativi diversi settori. 622 di questi provenivano da realtà di medie dimensioni.

Affinità con il Ceo
Lo studio ha analizzato i loro compiti fondamentali rilevando che insieme ai Ceo sono abituati all'instabilità, condividendo con loro le preoccupazioni su It, mercato e macroeconomia.
Come i loro colleghi delle aziende più grandi, i Cio delle medie imprese si trovano ad affrontare uno scenario di business più complesso e considerano un compito chiave la gestione dei big data.

Allo scopo puntano a investire in tecnologie come la business analytics e il data mining, ritenendole in grado di aiutarli a utilizzare al meglio non solo i dati strutturati, ma anche quelli non strutturati, sotto forma di video, blog, tweet.

Business analytics in cima alla lista
L'83% di loro, infatti, identifica la business analytics come l'area di investimento prioritario. Aumentano del 50% rispetto all'indagine precedente (del 2009) quelli che prevedono di investire nel cloud computing.

Cresce (dell'11%) anche la percentuale di chi prevede di investire in soluzioni di mobilità (smartphone e applicazioni mobili.

Nel complesso sono impegnati a sfruttare tool e metodologie per trasformare i dati in informazioni immediatamente utilizzabili: datawarehousing e dashboard visivi (64%), gestione dei master data e client analytics (63%).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here