Analisti Usa temono nuove tensioni sui prezzi

Gli analisti americani della Lehman Brothers prevedono una recrudescenza nella competition sui prezzi: tra i settori più colpiti quello dei semiconduttori

Saranno Intel e Amd (Advanced Micro Devices) a
fare le spese di una nuova spinta al ribasso dei prezzi? Secondo alcuni analisti
americani pare che i due big della produzione di componentistica sono destinati
a entrare in una spirale di competizione che non risparmierà colpi bassi e che
potrebbe danneggiare seriamente i profitti di entrambe le imprese. Dalla Lehman
Brother hanno fatto sapere che il mercato informatico si accinge con molta
probabilità a ripercorrere la strada del ribasso ad oltranza dei prezzi, con una
Intel questa volta che indossa i panni dell'attaccante e che per conquistare
quote di mercato potrebbe anche abbassare il listino del proprio Pentium 4 di
oltre il 50 per cento. Sarebbe una mossa sconvolgente per il mercato dei
processori che costringerebbe il principale concorrente Amd a giocare in
contropiede.
Gli operatori di Borsa non nascondono le loro preoccupazioni e
guardano con qualche riserva ai titoli delle aziende in questione. Sanno bene
che le rincorse alle quote di mercato conquistate a suon di ribasso dei prezzi
producono l'effetto collaterale di danneggiare i profitti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here