Amd lancia Business Class

Una serie di processori per produttori che vogliano investire in una piattaforma per il mondo business. Attenzione alla vita del prodotto, al risparmio energetico e alle prestazioni.

Ha un nome la proposta di Amd per il mercato aziendale e professionale: si chiama Amd Business Class, ed è una piattaforma rivolta in primo luogo agli Oem e system integrator che vogliano adottare le soluzioni della casa di Sunnyvale per i mercati delle piccole e medie imprese, il settore pubblico e le grosse multinazionali.

Obiettivo dichiarato è riuscire a dare una piattaforma stabile almeno per 24 mesi, che abbatta i costi di gestione e supporto, in grado di consumare il minimo di energia. Una strategia volta ad attirare l'attenzione su un segmento di mercato che sempre più va ad assottigliarsi, in cui prende sempre più piede la parte mobile a discapito del desktop, che cerca di rinnovarsi con nuovi formati e con un'offerta sempre più ampia.

Punti centrali della piattaforma Amd Business Class sono i processori Athlon e Phenom e il nuovo chipset 780V. Dal punto di vista delle CPU si parte dall'Athlon singolo core (1640B) per arrivare fino al Phenom X4 Quad core (9600B), passando per i dual core Athon X2 (4450B, 5000B, 5200B e 5400B) e il Phenom X3 (8600B). Rispetto alle CPU per desktop consumer si distinguono per la "B" alla fine del nome.

Dal punto di vista del consumo energetico, hanno un Tdp, Thermal Design Point che va da 45 a 95 Watt, supportano il Cool and Quiet, e sono conformi alle specifiche Energy Star, oltre a supportare nativamente la virtualizzazione. Oltre alle CPU troviamo anche il nuovo chipset 780V, con grafica integrata in grado di gestire nativamente le DirectX10, utile se sul PC si voglia installare Microsoft Vista.

In combinazione con una scheda video Ati aggiuntiva può supportare fino a quattro monitor in contemporanea. Anche il chipset è progettato per l'efficienza energetica con il supporto della tecnologia derivata da Ati, chiamata PowerPlay. La piattaforma AMD può anche essere completata con schede madri basate sul chipset di Nvidia MCP78.
 
Amd continua nel supporto per standard aperti, in particolare il Tpm 1.2 per garantire la sicurezza sui pc, per esempio integrando sensori biometrici o smart card oltre che creare uno strato hardware per la protezione di virus. Sul fronte della gestione del PC, supporto remoto, i pc Amd Business Class supportano ASF 2.0, (Alert Standard Format) ma Amd sta lavorando alacremente nel consorzio che sta definendo gli standard cosiddetti DASH, Desktop and mobile Architecture for System Hardware, che prevedono le procesure di gestione centralizzata dei pc, con la possibilità di accedere alla macchina anche quando è spenta; il lancio delle prime macchine è previsto negli ultimi mesi del 2008, ma l'ampio supporto si vedrà nel corso del 2009 e 2010.

Tra le società già pronte a presentare prodotti basati sulla piattaforma Amd Business Class troviamo Hp con i desktop DC5850 e dx2450, Dell con la nuova versione della Optiplex 740 oltre a Fujitsu Siemens con l'Esprimo E5625. Amd ha in progetto una comunicazione mirata sul canale per trovare system integrator che vogliano adottare la soluzione Business Class, in Italia non sono stati ancora resi noti i nomi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here